IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Concerti, spettacoli teatrali, mostre, pattinaggio su ghiaccio, serate in disco: ecco cosa fare nel fine settimana foto

E' sempre molto ricco e variegato il calendario di eventi in programma nel fine settimana della provincia di Savona

Provincia. Concerti, spettacoli teatrali, mostre, pattinaggio su ghiaccio, serate in discoteca e “notti al liceo”. E’ sempre molto ricco e variegato il calendario di eventi in programma nel fine settimana della provincia di Savona.

Venerdì 12 gennaio alle 22 al circolo Arci Chapeau Famagosta di Savona concerto di “Sam & The Band”. La band nasce da un’idea di Samuele “Sam” Puppo, chitarrista, cantante e compositore ligure, classe 1998, dopo aver maturato numerose esperienze e vinto in veste di solista diversi riconoscimenti importanti quali “Su La Testa 2014”, “Bluesin’ Pistoia 2015”, “Acoustic Guitar Meeting 2015”, “Arezzo Wave Love Festival Liguria 2015”, con un repertorio di brani cantautoriali che spaziano dal folk, al blues, al soul. Nell’autunno 2015 inizia la collaborazione con il bassista Davide Medicina e il batterista Nicola Arecco (fondatori della band Chantal & The Chain Gang) con l’arrangiamento di brani originali e l’interpretazione di alcune selezionatissime cover. Ingresso al costo di 7 euro con tessera Arci.

Venerdì 12 gennaio dalle 17.30 alle 24 al liceo Bruno di Albenga torna la “Notte Nazionale del Liceo Classico” con conferenze, letture, spettacoli, giochi, degustazioni e ogni altro mezzo per dimostrare non solo l’eternità del mondo classico e dei suoi temi ma la curiosità che possono suscitare. La serata vedrà impegnati illustri professori conoscitori del mondo classico e gli studenti del “Giordano Bruno” in una notte di cultura e divertimento. In occasione di questa importante iniziativa, significativo momento per promuovere e difendere la cultura umanistica, la scuola sarà aperta al territorio.

Sabato 13 gennaio dalle 10 alle 17 presso la pagoda di via Gozzano a Loano si terrà il primo incontro del progetto “Vivere il territorio”, a cura dall’associazione Non parto di Testa con il patrocinio dell’assessorato ai servizi sociali del Comune di Loano. Si tratta del primo di una serie di open-day volti a far conoscere le varie attività del progetto suddivise per fascia di età. Il programma della giornata prevede attività ludiche e ricreative per bambini dai 3 ai 6 anni tra le quali: musica con il laboratorio di “Music Together”; canzoni; giochi ed esperienze di vita pratica in lingua inglese e spagnolo; arte e pittura con il laboratorio “Closlieu di Stern”; sensorialità; giardinaggio e orto; outdoor e conoscenza del territorio; cucina e cucito.

Sarà il nuovo servizio del Taxi Rosa l’argomento della tavola rotonda che si terrà sabato 13 gennaio alle 16 presso il Loano 2 Village di via degli Alpini a Loano. L’incontro è stato organizzato dall’Unitre di Loano in collaborazione con la Fidapa di Loano, la Provincia di Savona, la Regione Liguria e con patrocinio del Comune di Loano. Interverranno Marco Ghisolfo, presidente di “Liguria Giovane”; Monica Caccia, responsabile della sede di Loano di “Liguria Giovane”; Luciana Nanni, presidente di “Telefono Donna”; Giovanna Ferro, psicologa di “Telefono Donna”; Lorenza Vignola dello Sportello Antiviolenza “Artemisia Gentileschi”. Al termine i partecipanti potranno prendere parte ad un tea-time (e non solo). “Liguria Giovane” è un’associazione che si pone l’obiettivo di tutelare le donne in tutte quelle situazioni di quotidiana difficoltà nelle quali frequentemente possono trovarsi. Tra le sue prime e più importanti iniziative figura proprio quella del Taxi Rosa, che prevede un servizio a tariffa agevolata rivolto alle donne, giovani e meno giovani, che abbiano necessità di usufruire di un sistema di trasporto sicuro, ma al tempo stesso accessibile dal punto di vista economico. Per usufruire del Taxi Rosa è sufficiente contattare il numero 019/9383.

Sabato 13 gennaio alle 21 al Teatro Sacco di Savona la compagnia “Stelvio Voarino” e il Teatro Sacco rappresenteranno la commedia di Erasmo da Rotterdam, ridotta dal professor Franco Bonfanti, “Giulio”, i cui interpreti sono Franco Bonfanti nella parte di Giulio II, Guglielmo Bonaccorti (San Pietro), Giorgio Ratto nella parte del Genio, servo plautino. Il Teatro Sacco, che ha già rappresentato nel 2017 sul suo palcoscenico l’opera, sin qui inedita, fornisce anche la voce fuori campo di Antonio Carlucci. Regia di Felice Rossello.

Peter Pan e i Ragazzi Perduti Barone Rampante

Sabato 13 gennaio alle 21 all’auditorium di Santa Caterina a Finalbogo lo Zonta Club di Finale Ligure e la Compagnia del Barone Rampante presentano “Peter Pan e i Ragazzi Perduti”, tratto da “Peter Pan. Il bambino che non voleva crescere” di James M. Barrie. Regia e adattamento di Gianmaria Martini. Il Peter Pan di Barrie non è solo un ragazzino che non vuole crescere e si trastulla in un mondo ideale, divertente e vagamente bonario: egli presenta una natura difficile da penetrare che porta inconfutabilmente con sé anche tendenze drammatiche e oscure, riguardanti sia la sua psicologia sia la fonte della sua reale natura. Questa natura riguarda, ad esempio, la spietatezza e la violenza con cui Peter domina sul gruppo dei ragazzi perduti e un’ombra impenetrabile che avvolge la verità della propria origine con una serie di continue contraddizioni.

Sabato 13 gennaio alle 22 al circolo Arci Chapeau Famagosta di Savona Jazznight@Chapeau con il Tiziana Ghiglioni Trio. Cena degustazione “Profumo di Mare” su prenotazione e spettacolo dalle 20 al costo di 30 euro. Il contributo per seguire lo spettacolo a partire dalle 22 è di 12 euro. Ingresso con tessera Arci.

Sabato 13 gennaio c’è il “Saturday Night Party”, il nuovo sabato notte dell’Essaouira Club di Albenga che si apre a 360 gradi offrendo una vasta tipologia di servizi in modo da soddisfare chi il sabato notte vuole divertirsi. Dalle 21 cena servita o alla carta (mediterranea, sushi o thai). Dalle 22.30 alle 0.30 Night Fever con ingresso donna omaggio e ingresso uomo a 10 euro. Dalla mezzanotte e mezza “Enjoy Your Saturday” con ingresso a 15 euro comprensivi di un drink. Si balla con Gianluca Erre Romano, Andrien Moreau e Andrew Bax. Al microfono Max Voice. Live percussion di Angelo Secchi. Per informazioni e prenotazioni Sumo (+39 392 1854443) o Pier (+39 339 2121918).

Domenica 14 gennaio dalle 9 alle 20 sotto i portici di corso Europa a Loano si rinnova il consueto appuntamento con il Mercatino di Antichità e Collezionismo organizzato dall’Associazione Culturale e Ricreativa E20 Free con il patrocinio degli assessorati a commercio e turismo del Comune di Loano. Come ogni seconda domenica del mese portici e giardini di corso Europa si animeranno con la presenza di antiquari e collezionisti. Da più di cinque anni “Antichità e Collezionismo” attira appassionati e collezionisti da tutta la Liguria e dal vicino Piemonte. Oltre 40 espositori presenteranno una selezionata raccolta di mobili, argenti, quadri, tappeti e oggetti dal sapore antico e ricchi di fascino. Nel mercatino troveranno posto curiosità e cose della nonna ma anche ogni genere da collezione e oggetti di modernariato, seguendo la moda degli ultimi tempi, che predilige il vintage caratteristico degli anni ’60 e ’70.

Archeotrekkin - Albisola: la villa romana di Alba Docilia

Domenica 14 gennaio si terrà una visita alla villa romana di Alba Docilia ad Albisola Superiore. Si tratta di un hrande complesso di età romana imperiale (I – V secolo dopo Cristo) che comprende una dimora residenziale con strutture termali e servizi produttivi tipici delle fattorie. Iniziativa collegata alla mostra “Ad Fines. 500miglia da Roma. Al tempo dei Romani nel Finale”, visitabile presso il Museo Archeologico del Finale. Luogo di ritrovo: uscita casello autostradale di Albisola Superiore. Prezzi: adulti 8 euro, bambini sotto i 10 anni 4 euro. Prenotazione obbligatoria entro il giorno prima dell’escursione. Si raccomanda l’utilizzo d’attrezzatura da trekking.

Domenica 14 gennaio alle 19 al circolo Arci Chapeau Famagosta di Savona torna l’appuntamento con le risate del Raco’s Open Mic, diretto Daniele Raco, capocomico d’eccezione, a cui farà seguito tutta l’allegra banda di giovani emergenti nel format domenicale più cool dell’inverno. Confermatissima la presenza di Enrico Luparia, “disturbatore seriale” al quale non si esclude qualche ospite a sorpresa. La formula è quella dell’aperitivo a tema “Parola d’ordine: divertimento” al costo di 10 euro, comprensivo di spettacolo e una consumazione. Ingresso con tessera Arci.

Resterà aperta fino al prossimo 21 gennaio la pista di pattinaggio di 400 metri quadrati inaugurata lo scorso dicembre a Marina di Loano. Durante le feste migliaia di persone hanno voluto provare l’esperienza di pattinare a due passi dal mare in una delle dieci marine turistiche più belle del mondo. Visto questo grande successo di pubblico, Marina di Loano ha deciso di prolungare l’apertura della pista per altre due settimane. Grandi e piccini, quindi, potranno cimentarsi nello skating su ghiaccio vero tutte le mattine e tutti i pomeriggi (e nei fine settimana anche di sera) sempre con i consueti orari: la mattina dalle 10 alle 13 ed il pomeriggio dalle 15 alle 19.30; la sera dalle 20.30 alle 23. Il costo è di soli 7 euro comprensivi del noleggio dei pattini. La pista di pattinaggio di Marina di Loano è adatta ad adulti e bambini, esperti ed inesperti: chi non è pratico potrò ugualmente “scivolare sul ghiaccio” in sicurezza grazie ai pratici “pinguini” che aiutano a mantenersi in equilibrio.

Fino al 21 gennaio presso l’Oratorio dei Disciplinanti di Finale Ligure è allestita la mostra sulla Bibbia, con oltre mille esemplari del testo sacro a partire dagli incunaboli (anno di stampa 1482 e 1500) fino a quelli dei nostri giorni. Rotoli ebraici manoscritti su pergamena, testi in latino, greco, molti in italiano ed in tantissime altre lingue. Alla mostra si può anche vedere in funzione una riproduzione del Torchio di Gutemberg, inventore della stampa. Una serie di 50 pannelli esplicativi oltre a curiosità quali la Bibbia più piccola del mondo visibile al microscopio, una riproduzione del Tabernacolo ed altro. Apertura dalle 15 alle 20 di ogni giorno.

Fino al 4 febbraio al Museo dell’Arte Vetraria Altarese è allestita la mostra “Natale Sottovetro” di Franco Maria Bobbio Pallavicini. L’esposizione proporrà al pubblico un percorso che ricostruisce una parte del tutto speciale della produzione classica veneziana, la cui lunga e rinomata storia è famosa in tutto il mondo, riflettendo il gusto dei collezionisti che, anche quest’anno, hanno prestato al museo altarese i loro “tesori”. Gli oggetti esposti si collocano nel periodo del Secondo Dopoguerra, nei decenni compresi tra gli anni ’60, ’70 e ’80: una testimonianza della ricerca, delle caratteristiche stilistiche e del dialogo tra gli artisti che bene esemplifica le vette raggiunte dalla produzione vetraria muranese. Anche quest’anno i visitatori riceveranno un biglietto per l’estrazione di un premio finale: ai più fortunati andrà un oggetto in vetro realizzato dai maestri altaresi.

Milena Milani

Fino al 18 febbraio presso il Palazzo del Commissario al complesso monumentale del Priamar è allestita la mostra “Milena Milani, cento anni d’arte e di vita”, organizzata dall’associazione “Lino Berzoini” con il formidabile contributo di Renata Guga Zunino, erede del patrimonio di opere e ricordi della zia, in occasione del centenario della nascita dell’artista savonese.

Fino al 28 febbraio al museo mineralogico di Palazzo Tagliaferro ad Andora c’è la mostra “L’Arte Ceramica racconta la Storia di una Fornace”, a cura di Viana Conti e Christine Enrile, prevista nell’ambito del calendario eventi programmati per le festività natalizie. Si tratta di un’esposizione in cui il remoto, lento stratificarsi dell’opera della natura si coniuga sorprendentemente e magicamente con l’opera dell’artista in generale. Una base in comune i minerali e la ceramica, a ben vedere, ce l’hanno. Sono i quattro elementi naturali primari: la terra, l’acqua, il fuoco e l’aria e imprescindibile il fattore tempo. Orari di apertura: sabato e domenica dalle 15 alle 19.

Fino al 3 giugno presso il Museo Archeologico del Finalese è allestita la mostra “Ad fines. 500 miglia da Roma. Al tempo dei romani”, un’occasione assai interessante per conoscere, attraverso materiali, installazioni e pannelli illustrativi, come si viveva in un piccolo territorio rurale ai tempi dell’antica Roma. L’esposizione esordisce con la riproduzione della grande carta geografica detta “Tavola peuntingeriana”, che illustra la rete viaria riordinata da Augusto e su cui si svolgeva il traffico dell’Impero.

Per tutti gli altri eventi visitate la pagina Life di IVG.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.