IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado ancora primo, ma che fatica con l’Imperia risultati fotogallery

Nerazzurri che creano di più, ma non sfondano il muro vadese che resta primo. Zunino riacciuffa il pari per il Pietra Ligure. Albenga ko a Santa Margherita

Quattordicesima giornata di campionato in Eccellenza, un turno molto interessante che proponeva diversi scontri al vertice della classifica. Il Vado capolista ospitava l’Imperia, terza forza del torneo alla vigilia della gara. Nerazzurri che approcciano bene alla gara e sfiorano il gol con Sanci dopo soli 6 minuti, salva Iliante mandando in angolo. La risposta dei rossoblù arriva solo al 18° con Mengali che calcia a colpo sicuro, ma Miraglia risponde presente.

Primo tempo che poi prosegue con le squadre che lottano molto a metà campo e non creano occasioni di grande rilievo, ma sono gli imperiesi comunque a farsi preferire per indole e iniziativa.

Nel secondo tempo il Vado inizia con tanta aggressività, ma è ancora l’Imperia a farsi pericoloso con Daddi che dalla distanza ci prova, Iliante respinge. Il duello fra i due si rinnova poco dopo il decimo della ripresa ed è ancora l’estremo difensore a prevalere. Vado che dopo un secondo tempo non eccellente, sfiora il colpaccio all’81°: Metalla crossa, Mengali impatta di testa, ma è scoordinato e incredibilmente manda fuori a porta vuota. Finisce 0-0 con le squadre che si dividono la posta in palio e si rallentano a vicenda.

Con il pareggio del Vado, la Fezzanese è la nuova seconda della classe grazie ad un netto 4-0 che gli spezzini infliggono ad una brutta Genova Calcio. I biancoverdi impiegano meno di un quarto d’ora per passare in vantaggio: Maggiore interviene con un bel colpo di testa che si infila sul palo lontano.

Il raddoppio dei locali arriva a pochi minuti dalla fine del tempo con Grasselli che serve ancora Maggiore con un gran lancio. L’attaccante controlla e incrocia battendo ancora  Greci.

Nel secondo tempo la Genova Calcio alza i ritmi e si propone in avanti, ma la Fezzanese si dimostra molto organizzata e dopo aver resistito per quasi tutta la ripresa agli attacchi biancorossi, chiude i conti con due micidiali contropiedi a distanza di tre minuti uno dall’altro. All’86° Lunghi viene servito in mezzo da Cargiolli. Per lui, un rigore in movimento che il numero 8 non sbaglia. Poco dopo è proprio lui a recuperare palla e ad avviare il contropiede che conduce Lorenzini a firmare il poker Fezzanese.

Pareggio esterno molto importante per il Pietra Ligure che torna dalla difficile trasferta di Ventimiglia con un punto che vale molto di più sotto il profilo della fiducia. Dopo due ko consecutivi infatti i biancoazzurri tornano a far punti e lo fanno per giunta contro una delle squadre più in forma del momento, a dispetto del ko di domenica scorsa.

La partita si decide in una manciata di minuti nell’avvio di secondo tempo, dopo una prima frazione terminata a reti inviolate. I granata passano in vantaggio dopo tre minuti con Galiera che si smarca nel cuore dell’area pietrese e gira in rete una gran palla di Salzone. Il pareggio arriva quattro minuti più tardi. Lo firma Zunino che si esibisce in una grande conclusione a giro che entra sul palo lontano della porta difesa da Scognamiglio. Finisce 1-1 con il Pietra che si mantiene vicino alle zone che contano della classifica.

La Rivarolese vince su un Rapallo profondamente rinnovato dal mercato e si mantiene nel gruppo di testa del campionato. Partita che regala le maggiori emozioni nella ripresa. Il gol del vantaggio giallorossonero infatti arriva al 49° con una bella azione di Mura che punta e salta Roi per poi depositare in rete la palla dell’1-0.

Il Rapallo prova la reazione, ma Marasco di testa non inquadra la porta, e Marchi si vede respingere la conclusione intorno alla mezzora. All’80° così, con i bianconeri sbilanciati in cerca del gol del pareggio, la Rivarolese la chiude ancora con Mura. L’attaccante genovese duetta con Oliviero e calcia di prima intenzione beffando ancora Roi. Inutile nel finale il gol di Nelli che giunge al 90° a rendere meno amara la settima sconfitta stagionale per i ruentini che restano penultimi.

La Sammargheritese batte l’Albenga per 3-2 in quella che probabilmente è stata la gara più emozionante del pomeriggio. Arancioblù che vanno al riposo nel primo tempo sul 2-0 grazie alle reti di Marrale e Gambarelli, ma nel secondo tempo gli ingauni reagiszono e Calcagno e Antonelli firmano la “remuntada” fra il 55° e il 63°. Il gol partita lo firma Mortola al 71° che regala così 3 punti importanti alla squadra di Santa Margherita. Per i bianconeri, un passo indietro rispetto alla bella gara di domenica scorsa.

Pareggio anche fra Serra Riccò e Busalla, un derby dei Giovi, che i padroni di casa riacciuffano nel finale. Il Busalla infatti gioca una gara a due facce, con un primo tempo di grande temperamento che li vede andare a rete prima con Ottoboni, preciso nel suo tiro dalla media distanza; poi con Cotellessa che con un lob raddoppia allo scadere.

Nel secondo tempo, però i padroni di casa reagiscono, attaccano e sfiancano la retroguardia busallese che capitola all’80° sul neo entrato Re e incassano poi una gran punizione di Morando che pareggia i conti ad un minuto dalla fine. Pareggio tutto sommato giusto, ma Busalla che getta al ventro tre punti che sembravano già in tasca.

Partita senza storia fra Sestrese e Moconesi con i biancorossi che appaiono, almeno in questo momento, già con un piede in Promozione. I punti sono ancora tanti a disposizione, ma i 43 gol incassati in sole 14 giornate, non fanno presagire nulla di buono per Meneghello e compagni.

La retroguardia del Moconesi tiene per 11 minuti, poi inizia l’incubo. Liguori apre le danze con una doppietta all’11° e al 15°. Al 19° è già tris, grazie anche alla sfortuna che porta Forlani a farsi autogol.

I biancorossi tentano di reagire e al 32° riaprono i giochi con Criscuolo. Al 40° però la rete di Cilia sembra chiudere definitivamente i conti. Si va alla ripresa che si apre con il secondo gol ospite, un rigore trasformato da Casagrande. Sul 4-2 sembra che il Moconesi possa almeno giocarsela, invece arrivani i gol di Lipani al 56°, Lo Stanco al 58° e De Persiis  al 75°, poi la Sestrese, sostanzialmente, si ferma sul 7-2.

Reti bianche infine, fra Real Valdivara e Molassana Boero, con i genovesi che raccolgono un punto contro una delle regine del mercato invernale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.