IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

CESSATA ALLERTA – Riaperta la provinciale del Colle di Cadibona fotogallery

Le condizioni meteo migliorano, ma il ghiaccio continua a creare problemi alla viabilità

Più informazioni su

ORE 17.36 – La Sp29 del Colle di Cadibona è stata finalmente riaperta e la viabilità ripristinata.

ORE 15.41 – Enel ha concluso i lavori e finalmente la corrente elettrica è tornata anche nella frazione di Conna ad Andora, dopo oltre 24 ore di assenza totale.

ORE 15 – Circolazione ferroviaria verso la normalità, dopo i forti disagi causati dal maltempo e dal gelicidio che hanno interessato alcuni punti della rete in Liguria, Piemonte e Lombardia negli ultimi giorni. In queste regioni sono attivi i piani neve e gelo di Rete Ferroviaria Italiana. Rfi e il Gruppo Fs sono impegnate a garantire la mobilità dei treni per evitare quanto più possibile disagi ai viaggiatori. Le linee Genova-Milano e Genova-Torino sono state riattivate alle 14.30 dopo che anche i tratti di linea Arquata-Tortona e Arquata-Alessandria sono stati completamente riaperti. Rimane sospesa la linea Savona-San Giuseppe di Cairo via Altare. E’ attiva invece dalle 12 quella via Santuario-Ferrania.

ORE 13.52 – Bardineto è ancora senza energia elettrica e senza copertura telefonica. “I danni – spiega il sindaco Franca Mattiauda – sono stati provocati principalmente dalla caduta di rami ed alberi. Le maggiori spese arriveranno proprio dallo sgombero dei materiali. Vista l’inaccessibilità delle strade, al momento non siamo in grado di quantificare gli altri eventuali danni”.

ORE 13.48 – Nel day after dell’ondata di maltempo il punto della situazione dalla sala di protezione civile regionale, tra danni, disagi e qualche polemica (CLICCA QUI).

ORE 13:25 – Gli abitanti della frazione di Conna, ad Andora, sono ancora senza luce. L’emergenza elettrica è iniziata nella giornata di ieri ed è proseguita per tutta la notte e in mattinata. Causa del guasto, la caduta di un grosso ramo, che ha danneggiato pesantemente un cavo. I tecnici di Enel sono al lavoro da ore e garantiscono che “nel pomeriggio di oggi, al massimo in serata, la situazione dovrebbe tornare alla normalità”.

ORE 13.14 – Buone notizie sul fronte ferroviario: la linea Savona-San Giuseppe di Cairo via Santuario-Ferrania è stata riattivata alle ore 12. Rimane ancora sospesa invece la linea Savona-San Giuseppe di Cairo via Altare (LEGGI).

ORE 12.50 – Il vento ieri sera ha fatto correre un grosso rischio ai clienti di una pizzeria di Albisola Superiore, “I Soliti Pizzaioli”. “Durante il nostro servizio serale, precisamente intorno alle ore 21 – ci racconta un dipendente – a causa del forte vento che soffiava l’insegna luminose del nostro locale si è staccata e, cadendo, ha completamente distrutto uno dei vetri della pizzeria”.

insegna divelta vento maltempo

ORE 12.20 – “A Calizzano siamo sprovvisti di energia elettrica, internet e copertura cellulare da circa 24 ore se non di più”. Ce lo racconta una lettrice. “Questo implica in molti casi (a meno che non si abbia una stufa a legna) stare anche al freddo. Enel non risponde ma rifiuta direttamente le chiamate, sappiamo che sono al lavoro ma la situazione resta pur sempre surreale. Per l’alluvione il problema era stato risolto con l’installazione di gruppi elettrogeni mentre in questo caso pare non riescano a raggiungere il paese, cosa non vera visto che le strade attualmente sono praticabili”.

ORE 12.05 – L’allerta è cessata. Arpal ha diffuso i dati, è stata una delle ondate di maltempo più importanti degli ultimi anni. Onde alte più di 8 metri – CLICCA QUI PER I NUMERI

ORE 12.21 – La strada provinciale Sp 27 Finalborgo-Feglino è ancora chiusa alla circolazione: seguiranno aggiornamenti sulla situazione del tratto di viabilità.

ORE 11.50 – “La situazione non è semplice, abbiamo danni notevoli con problemi all’impianto fognario e numerose attività balneari danneggiate”. Lo racconta il sindaco di Finale Ligure, Ugo Frascherelli. “In più persiste il problema della mancanza di energia elettrica in diverse zone del paese. Enel ci spiega che è un problema alla bassa tensione, non risolvibile in tempi brevi. Ci sono zone senza luce da ieri mattina alle 9, inizia a diventare davvero pesante”. CLICCA QUI PER IL BILANCIO DEI DANNI IN PROVINCIA

ORE 11.07 – “A Carcare i danni sono veramente notevoli. Da ieri mattina siamo in giro per le strade a tagliare alberi caduti: sono impegnati i nostri operai, la protezione civile e un’impresa esterna. Abbiamo ancora case isolate, senza contare la costante morsa del ghiaccio”. Ce lo fa sapere il sindaco di Carcare, Franco Bologna.

ORE 11 – Anche ad Urbe alcuni residenti sono ancora al buio, ormai da 19 ore (la corrente è andata via ieri intorno alle 16).

ORE 10.40 – Non tutti i problemi elettrici sono risolti. A Calizzano buona parte del territorio comunale è ancora senza energia elettrica. “Sono arrivate intorno alle 10 varie squadre Enel, ma ci sono quattro grossi danni – spiega il sindaco Pierangelo Olivieri – la parte centrale del paese ha l’energia elettrica, altrove si sta resistendo con gruppi elettrogeni privati. Siamo senza connessioni telefoniche e dati, tranne rare eccezioni, ed ora non funzionano nemmeno più le radio. I collegamenti con le frazioni sono complicati, la situazione è complessa”.

ORE 9.00 – Si registrano disagi e code sulla superstrada tra Savona e Vado Ligure a causa dei camion fermi.

ORE 8.27 – Pochi istanti fa LA A6 E’ STATA RIAPERTA in entrambe le direzioni. Tutti i caselli ora sono utilizzabili. Permangono comunque delle difficoltà: è segnalata nebbia tra Torino e Fossano in entrambe le direzioni, con visibilità 60/80 metri.

ORE 8.12 – In questo momento è bloccata anche la strada 28bis a Roccavignale, per via di un camion che invade le due corsie.

camion ghiaccio neve

ORE 7.55 – In una Valbormida ancora isolata resta critica la situazione di Mallare. “Siamo isolati da ieri, senza corrente e senza telefono – ci scrive una lettrice – alberi spezzati in mezzo alla strada e lastre di ghiaccio. Qui é apocalittico, e le frazioni ancora peggio. Non riusciamo a comunicare e se qualche persona si sente male e vive nelle frazioni è finita… sotto casa mia non hanno nemmeno tolto la neve e il ghiaccio, e quindi non si riesce ad accedere alla provinciale. Affianco a me vive una signora che ha più di 90 anni, e se succede qualcosa nemmeno i mezzi di soccorso riuscirebbero ad arrivare“.

ORE 7.35 – Inizia molto lentamente a migliorare la situazione in provincia di Savona, ma sono ancora moltissimi i problemi legati al ghiaccio. Sempre critica la situazione per quanto riguarda la viabilità, con la Valbormida di fatto isolata. Continua ad essere chiusa la Sp29 del Cadibona, e le ultime informazioni non inducono all’ottimismo: potrebbe rimanere bloccata ancora per tutta la giornata. La A6 è stata riaperta soltanto in direzione Savona, ma è possibile entrare solo a Carmagnola o a Marene: gli altri caselli restano chiusi, potrebbero lentamente riaprire nel corso della mattinata.

La circolazione ferroviaria è ripresa poco dopo le 6 sulla linea Genova-Acqui Terme, ma non sulla Savona-San Giuseppe di Cairo. “Durante tutta la notte – fanno sapere da Rfi – le continue corse raschia-ghiaccio hanno permesso di mantenere in efficienza i sistemi di alimentazione elettrica dei treni. In Liguria sono attivi i piani neve e gelo di Rete Ferroviaria Italiana. RFI e il Gruppo FS sono impegnate a garantire la mobilità di tutti i treni per evitare disagi ai clienti, permettendo ai convogli di viaggiare sulle linee dove non sono garantite condizioni di regolarità”. Sulla linea costiera i treni circolano, ma si continuano a registrare ritardi.

Per quanto riguarda i disservizi legati all’energia elettrica, i tecnici hanno lavorato ininterrottamente durante la notte per riparare i guasti, e in diverse zone la corrente è tornata in modo stabile.

QUI L’ELENCO DELLE SCUOLE APERTE E CHIUSE

IL RIASSUNTO DELLA GIORNATA DI IERI – Nell’entroterra il ghiaccio ha paralizzato molte strade (ecco quali). Bloccata anche la A6. Chiusa per ore anche la A10 a causa di un incidente (leggi), situazione poi risolta. A Vado Ligure un tratto di passeggiata è crollato in mare (leggi), mentre a Loano c’è chi ha provato a fare il bagno (leggi). Da Capo Noli ad Andora molti problemi legati ai blackout (leggi), la situazione è critica con pali caduti e linee interrotte in molti punti. Il rischio di una notte al freddo e al buio è concreto per molti. Numerosi gli alberi caduti (il caso più eclatante a Finale Ligure, qui l’articolo).

QUI LA CRONACA DI IERI: LEGGI IL LIVE

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.