IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Notte di neve in Val Bormida, “risparmiata” la costa: tempo in miglioramento fotogallery

I fiocchi sono caduti abbondanti nell'entroterra, ma le precipitazioni sono state inferiori rispetto alle aspettative

Savona. La neve prevista nella notte è arrivata. Le precipitazioni sono state anche abbondanti nell’entroterra, ma comunque inferiori rispetto alle aspettative come conferma l’analisi di Meteo Riviera Ligure.

Accumuli attorno ai 15-18 centimetri hanno interessato la zona della Val Bormida che sono saliti fino a 25 centimetri sui rilievi oltre i 1000 metri (massima cumulata in Val Bormida, sul Monte Settepani, con 40 cm di neve al suolo). Situazione decisamente migliore sulla costa, dove sono prevalentemente mancate le precipitazioni intense.

Solo qualche fiocco ha fatto la sua comparsa nella notte fino a 150-200 metri nella zona del Finalese e del Loanese, con accumuli mediamente oltre i 300-350mm. Sulle restanti aree costiere i fiocchi di neve sono stati praticamente assenti. Il motivo principale di questa “mancata nevicata costiera” è dovuto solo alle scarse precipitazioni e non alle temperature, che erano ottimali per vedere i fiocchi.

Genova è rimasta esclusa dal peggioramento e quasi tutte le centraline meteo del capoluogo sono rimaste a 0mm dalla mezzanotte. Le precipitazioni circoscritte in mare, si sono addossate con maggior facilità alla costa savonese. Ma anche su quest’area, la tramontana intensa ha fortemente limato le piogge rispetto alle attese.

A Savona sono caduti solo 1,2mm dalla mezzanotte, fino a 5mm nella zona di Quiliano (fonte Limet). Fenomeni più omogeni dal Finalese all’Imperiese con accumuli attorno ai 5mm, leggermente più abbondanti nell’immediato entroterra di Loano (fino a 7-8mm).

La violenta tramontana che ha interessato il Savonese ha seccato molto la colonna d’aria inibendo le precipitazioni sulla costa, un po’ meglio per le zone interne che hanno potuto godere di una miglior umidificazione della colonna d’aria.

Proseguirà probabilmente a nevicare anche in mattinata, seppur in maniera debole o al più moderata soprattutto su Val Bormida, Tanaro e Cuneese. Cesseranno invece i fenomeni costieri, con conseguente compressione della ventilazione ed un aumento termico. Ciò favorirà la lenta e graduale fusione dalla neve caduta sui versanti marittimi savonesi ed imperiesi.

Questi i dati diffusi da Arpal sulle temperature minime in costa che sono state tutte superiori allo zero: 3.1 a Imperia, 3.2 a Savona, 5.1 a Genova e 6.8 a La Spezia, ulteriormente salite a quest’ora del mattino di almeno un paio di gradi.

La minima assoluta della notte è stata misurata a Poggio Fearza, nell’imperiese, con -9°C; -6.3°C sul Monte Settepani (Sv), -3.8 sul Monte Pennello (Ge), -3.7 ad Alpe di Vobbia (Ge), -2.1 a Casoni di Suvero (Sp).

Decisa l’azione dei venti: raffiche in aumento, appena toccati i 103 km/h a Giacopiane e gli 87 km/h a Marina di Loano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.