IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Natale amaro per i lavoratori in appalto del NH Hotel di Savona

Fallita la More Service srl: lavoratori senza stipendio, 13esima e ferie maturate. Filcams: "Già sottoscritto accordo con la nuova ditta"

Più informazioni su

Savona. Non c’è pace per i lavoratori dei comparti produttivi della provincia di Savona: accanto alle “grandi vertenze” di Piaggio, Bombardier o MondoMarine, si pongono numerose altre situazioni di difficoltà, ormai endemiche nel territorio savonese.

I lavoratori dell’appalto di servizi del NH Hotel di Savona hanno ricevuto una amara sorpresa sotto l’albero: il fallimento della ditta More Service Srl, incaricata da HN Hotel per i servizi di pulizia dell’albergo, per la durata di 12 mesi, che ha lasciato i lavoratori senza stipendio da novembre, 13esima e ferie maturate.

La logica e il sistema degli appalti di servizi di pulizia e facchinaggio, esternalizzati dagli hotel, ha generato un mercato del lavoro opaco in cui le imprese durano poche decine di mesi per poi cessare e ricostituire il rapporto con l’hotel affidatario con una nuova ragione sociale. Questo meccanismo, perpetrato anche nel caso della More Service, “cancella” il passato impedendo ai lavoratori di rivalersi qualora danneggiati: da quanto emergerebbe dalle prime verifiche sindacali sulla More Service, non sono stati riconosciuti gli scatti di anzianità e gli importi dovuti per il lavoro festivo.

Sorprende in questa vicenda che la situazione si sia verificata presso una nota catena alberghiera che, almeno di principio, promuove principi di “corporate responsibility” ossia responsabilità sociale verso il territorio, i lavoratori e la comunità nella quale opera.

La vertenza sindacale in atto è seguita dalla Filcams Cgil di Savona, che per bocca di Simone Turcotto afferma: “La situazione è in via di soluzione grazie all’ingresso della nuova ditta M2 Servizi, che ha preso in carico gli 11 lavoratori della ditta fallita (che era in sub-appalto), garantendo l’impegno al pagamento degli stipendi arretrati: è stato sottoscritto un verbale di accordo sindacale che impegna la nuova azienda a fare continuità lavorativa alle stesse condizioni”.

“Il Tfr sarà garantito dal fondo di garanzia dell’Inps, bisogna ancora recuperare la 13esima, una parte della 14esima, ferie e giorni festivi lavorati” conclude l’esponente sindacale della Cgil.

Dunque, un Natale un po meno amaro del previsto per i lavoratori e le loro famiglie, con speranza per le maestranze in appalto di ottenere quanto dovuto per il lavoro degli ultimi mesi: per far questo, ovvero per recuperare 13esima, 14esima, ferie e giorni festivi, si dovrà attendere l’esito della procedura fallimentare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.