IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Meteo Liguria, una veloce perturbazione attesa nella notte di San Silvestro previsioni

Le temperature minime risultano in generale aumento

Liguria. L’alta pressione che si è sospinta verso levante dopo la fase di maltempo di metà settimana non è così strutturata da impedire a una serie di impulsi perturbati atlantici di disturbare il tempo di fine anno sull’Italia.

webcam alassio

Una prima perturbazione disposta da nord-ovest sta apportando in queste ore maltempo diffuso sulle Alpi occidentali con intense nevicate sui versanti confinali e soltanto velature con qualche addensamento stratiforme sulla Liguria in un contesto asciutto. Un secondo fronte è atteso proprio a cavallo tra San Silvestro e Capodanno con un veloce minimo depressionario sul Mar Ligure. Questo darà luogo a fenomeni deboli-moderati prevalentemente piovosi a tutte le quote stante la massa d’aria di estrazione atlantica umida e mite. Un miglioramento deciso si farà strada già dal pomeriggio di Capodanno con l’ingresso di correnti leggermente più fredde settentrionali in un contesto di variabilità soleggiata.

La situazione odierna come accennato sopra vede la Liguria sotto cieli poco nuvolosi al più irregolarmente nuvolosi con velature e addensamenti stratiformi, strascico della perturbazione in azione sui settori alpini centro-occidentali. Le temperature minime, registrate dalla nostra rete di monitoraggio in tempo reale, risultano in generale aumento, più avvertito in collina e montagna. Lungo la costa i valori oscillano tra +4°C e +8°C mentre nelle zone interne sono da registrare ancora estese gelate nei fondovalle padani con valori compresi tra -2°C e -8°C dovuti anche ai cieli sereni della notte e al conseguente irraggiamento notturno. Minime in rialzo in quota con lo zero termico attestato intorno ai 1000-1100 metri in ulteriore risalita nella giornata odierna oltre i 2000 metri.

Il tempo di San Silvestro e di Capodanno sarà dunque caratterizzato dal veloce impulso perturbato che riuscirà a farsi strada tra le maglie di un anticiclone decisamente poco strutturato nel Mediterraneo. Le correnti occidentali più miti determineranno un rialzo generale delle temperature, meno avvertito va sottolineato nelle zone di fondovalle ancora innevate dove le temperature soprattutto le minime saranno ancora basse. Le prime deboli piogge sono attese dal pomeriggio di San Silvestro sul settore centro-orientale della regione mentre il Ponente e in particolare l’Imperiese rimarranno ai margini con al massimo qualche pioviggine nelle fasi iniziali.

Durante la notte di Capodanno intensificazione delle precipitazioni tra Genova e il Levante ligure in attesa di una cessazione già a partire dalla tarda mattinata del primo gennaio a partire da ovest.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.