IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mareggiate, pronto il piano della Regione: 1,9 mln per il ripascimento delle spiagge fotogallery video

Ecco i comuni del savonese che riceveranno i contributi per riparare ai danni della mareggiata

Liguria. Un milione e 193 mila euro a 57 Comuni liguri per il ripascimento delle spiagge. Sono stati stanziati oggi dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore al demanio Marco Scajola, come anticipato dal presidente Toti nel corso dell’ultima ondata di maltempo con mareggiate che hanno eroso ampi tratti di litorale: particolarmente colpite le coste del savonese, che hanno subito ingenti danni a levante, nel finalese e nell’alassino.

Come l’anno scorso anche quest’anno la Ggunta regionale ha messo a disposizione l’intera cifra dell’imposta regionale sulle concessioni demaniali per i litorali della Liguria, passando così da 600 mila euro dell’anno 2015 agli attuali 1.193.000 euro.

Le modalità di attribuzione del contributo sono analoghe agli anni passati e prevedono che siano ammessi a contributo tutti i Comuni dotati di un progetto di utilizzo delle aree demaniali marittime aggiornato (57 Comuni su 63 totali, 2 in più dell’anno scorso).

Sono 19 in provincia di Savona i comuni finanziati dalla Regione nell’ambito degli interventi post-mareggiate: Alassio, Albenga, Albissola Marina, Albisola Superiore, Andora, Bergeggi, Borghetto Santo Spirito, Borgio Verezzi, Celle Ligure, Ceriale, Finale Ligure, Laigueglia, Loano, Noli, Pietra Ligure, Savona, Spotorno, Vado Ligure Varazze. Tra le risorse assegnate, 44 mila euro per le spiagge loanesi, 44 mila euro per quelle finalesi e 37 mila euro per la città del Muretto.

“Questi finanziamenti – spiega Scajola – sono tanto più necessari oggi, all’indomani delle terribili mareggiate che hanno inghiottito ampi tratti di litorale ligure. Per le zone più colpite serviranno sicuramente fondi ulteriori, ma con questo intervento diamo di certo un primo importante input”.

“Inoltre, per meglio rispondere alle esigenze e necessità dei Comuni, abbiamo pensato di posticipare di due mesi la scadenza dei termini per l’utilizzo dei finanziamenti relativi all’anno 2016, spostandola dal 31 dicembre di quest’anno al 1° marzo 2018. In questo modo i Comuni avranno tutto il tempo per predisporre l’avvio dei lavori, non solo per mantenere inalterate le nostre spiagge che sono un bene prezioso, ma anche per ripristinare i danni dovuti al maltempo”.

Sono inoltre previsti ulteriori finanziamenti per le spiagge libere: in particolare sono stati stanziati 250 mila euro per la pulizia e la sicurezza delle spiagge libere e 100 mila per l’accessibilità dei disabili, non solo alle spiagge, ma anche ai pontili pubblici. Si tratta di risorse derivanti dai canoni demaniali che Regione Liguria, prima e unica in Italia, destina interamente al territorio. Potranno presentare la richiesta, entro la fine del mese di gennaio 2018, tutti i Comuni che dispongono di spiagge libere.

Questa mattina, poi, la giunta regionale ha autorizzato lo stato di emergenza regionale dopo i danni causati dal maltempo dei giorni scorsi. Lo ha comunicato al termine della seduta odierna l’assessore regionale alla difesa del suolo Giacomo Giampedrone: “E’ un primo passo rispetto ad un’eventuale richiesta dello stato di emergenza nazionale – ha spiegato Giampedrone – che ci permette però di attivare procedure di urgenza e più snelle, per consentire ai Comuni di ripristinare i danni che hanno avuto, a partire dalla rimozione del materiale ligneo e dagli abbruciamenti. E’ in corso ancora la fase del computo dei danni che si concluderà entro 15 giorni, quando i Comuni ci comunicheranno lo stato dei fatti e solo allora si potrà capire se richiedere lo stato di emergenza nazionale”.

Nel frattempo il presidente della Regione Giovanni Toti ha firmato il decreto per lo stato di emergenza regionale che consentirà di attivare le accise, nel caso fosse necessario. “L’obiettivo – ha concluso Giampedrone – è quello di ripristinare al più presto il litorale, anche per far fronte al prossimo arrivo dei turisti in vista delle festività natalizie”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.