IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Iglina Albisola respira aria d’alta quota: settimo sigillo in nove giornate

Le gialloblù sono quarte in Serie B2. In campo maschile prosegue la striscia negativa della Spinnaker

Albisola Superiore. Arriva il settimo sigillo su nove gare per l’Iglina Albisola che mantiene l’imbattibilità casalinga anche contro le giovani promesse della Yamamay Busto Arsizio, le quali si presentano in Liguria senza la campionessa del mondo (nel vero senso della parola in quanto fresca vincitrice del titolo giovanile in estate) Virginia Peruzzo bloccata sulle tribune con le stampelle a causa di una distorsione alla caviglia rimediata in allenamento.

Zanoni schiera la formazione che oramai è quasi una garanzia: sorelle Montedoro in diagonale, Travaglio e Lavagna schiacciatrici, Veneriano e Bisio al centro e Conterno libero. La gara parte bene per la compagine locale: l’inizio è perfetto, una battuta chirurgica ed un atteggiamento perfetto di muro difesa permettono all’Iglina di chiudere la prima frazione quando ancora gli spettatori ritardatari riempivano le tribune della Massa, 25 a 13 e primo set terminato con un buon ingresso di Zannino nel ruolo di libero.

Nella seconda frazione la musica cambia di poco. Conterno riprende i gradi di libero e la gara si incanala ancora verso la sponda delle padrone di casa. Con qualche patimento in più, ma si chiude abbastanza agevolmente sul 25 a 21 e la sfida scivola sul 2 a 0 in quella che sembra una serata, potenzialmente, da 3 punti.

Forse è proprio questa sensazione, forse un set in cui le avversarie, risollevate dal talento straordinario di Sofia Monza al palleggio, prendono le misure alle attaccanti dell’Iglina, sistemano la ricezione e cominciano a sfoderare colpi in attacco da formazione di altra categoria rispetto alla classifica che le vede relegate nella parte bassa. Fatto sta che il terzo set è un monologo di Busto Arsizio: 17 a 25 e gara riaperta.

Quarto parziale vietato ai deboli di cuore: punto a punto, nella prima parte è Busto che aumenta il vantaggio arrivando avanti sul 12 a 16. La reazione dell’Iglina non si fa attendere e la rimonta è servita con capitan Damonte (nel frattempo subentrata a Bisio) e compagne si riportano sotto e poi avanti 21 a 19. Si arriva così alle battute finali e, quando sembra che Albisola possa aggiudicarsi un successo da 3 punti, è la formazione lombarda a spuntarla per 23 a 25, rimandando tutto al quinto set. Un tie-break che ormai in casa Albisola sta diventando un’abitudine: è il quinto in nove incontri.

Ultimo e decisivo set che vede le formazioni arrivare al cambio di campo sul 7-8. Il time-out chiamato subito dopo dalla panchina di Albisola non produce gli effetti sperati perché Busto va avanti 7 a 10 prima e 9 a 12 dopo. Se nel set precedente la sorte della partita sembrava prendere la strada dell’Iglina per poi cambiare direzione, a questo punto sembra che la Yamamay possa portare via la posta, ma un eccellente turno di battuta ed un’ottima correlazione muro-difesa permettono all’Iglina di piazzare un parziale di sei a uno e chiudere sul 15 a 13 in proprio favore. Le gialloblù conquistano 2 punti e mantengono l’imbattibilità interna.

Dopo il match classica foto con le addette al servizio di pulizia del campo e tutte le bambine presenti sugli spalti: un bel modo per avvicinare le più piccine alla pallavolo delle più esperte compagne. Arriva così la settima vittoria, non scontata e non da sottovalutare poiché è lecito attendersi che la Yamamay da qui in avanti possa diventare una vera e propria mina vagante del campionato.

Un risultato che lascia l’Iglina Albisola al quarto posto in classifica, a 4 punti dalle zone che contano e una trasferta, sabato 16 dicembre a Rivarolo Canavese, da preparare nel migliore dei modi per cercare ulteriori conferme anche lontano dalle mure amiche della Massa.

Per vedere risultati e classifica della Serie B2 girone A clicca qui.

Per quanto riguarda la Spinnaker Albisola, in Serie B maschile, la svolta non è arrivata. Le prime due partite con Claudio Agosto alla guida dalla squadra sono terminate con il consueto passivo di 3 set a 0.

Sia contro Fossano che sul campo del Sant’Anna San Mauro i gialloblù hanno lottato alla pari con gli avversari, come testimoniano i parziali: tranne il primo set con i torinesi, tutti gli altri sono stati combattuti. Eppure manca sempre il guizzo vincente, unito ad un pizzico di fortuna, per rompere la maledizione.

Nove incontri, nove sconfitte in 3 set. La retrocessione matematica rischia di arrivare con largo anticipo, dato che la zona salvezza dista già 10 punti. Gli albisolesi proveranno ad invertire la serie nera ospitando, domenica 17 dicembre alle ore 18, il Volley 2001 Garlasco.

Per vedere risultati e classifica della Serie B girone A clicca qui.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.