IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liceo musicale di Albenga, Ciangherotti tende la mano a Cangiano: “Trovare una sede adeguata”

"La Provincia non potrà pagare alcun affitto, il Comune dovrà provvedere per la struttura in attesa del nuovo polo scolastico"

Albenga. “Ormai è ufficiale: il Liceo Musicale aprirà i battenti ad Albenga il prossimo anno. E in vista dell’apertura delle iscrizioni on-line, prevista il prossimo 16 gennaio, desidero mettere da parte il guanto della sfida e impegnarmi col sindaco Giorgio Cangiano per trovare una sede temporanea adeguata”. Lo afferma il consigliere provinciale con delega alle scuole e consigliere comunale di minoranza Eraldo Ciangherotti (FI), pronto a tendere la mano al primo cittadino albenganese per dare concretezza al nuovo indirizzo di studi, fortemente voluto dalla cittadina ingauna.

“Il nuovo indirizzo del Giordano Bruno, infatti, avrà gli spazi ad Albenga solo se il primo cittadino accetterà di collaborare con la Provincia, che è stata “svuotata” delle risorse economiche nel bilancio dal Governo centrale e non può permettersi di pagare alcun affitto. Dovrà essere il Comune a mettere a disposizione strutture di sua proprietà per ospitare la scuola, nell’attesa che venga costruito il nuovo Polo scolastico ingauno di proprietà dell’Inail”.

E l’esponente forzista aggiunge: “Alternative sul territorio albenganese ce ne sono tante e io ne propongo tre. In primis, l’ex tribunale di via Bologna. Dobbiamo prendere atto che il giudice di pace, purtroppo, ad Albenga non arriverà perché mancano i fondi per mantenere in piedi una sezione distaccata da Savona. Devo riconoscere al nostro sindaco di averci provato, mettendo a disposizione del Ministero di Giustizia le aule necessarie per le udienze e la cancelleria. Ma in tutti questi mesi nessun segnale è arrivato e pertanto avanzo la proposta di mettere a disposizione degli studenti del Liceo musicale le ultime aule vuote dell’ex palazzo di giustizia”.

“In alternativa, si può valutare il Palazzo della Fondazione Oddi (anche se ad oggi esiste il problema della promiscuità degli accessi, che sarebbero in condivisione con gli utenti della biblioteca comunale) oppure l’ex sede dell’Ufficio mandamentale al Centro commerciale Le Serre, ad oggi vuoto”.

“Certo è che dobbiamo ragionare su una soluzione convincente, e io credo fermamente nell’ex tribunale. Per questo faccio appello al sindaco Cangiano. L’anno scorso mi ha concesso 4 aule dell’ex palazzo di Giustizia per sistemare il Liceo Artistico e quest’anno altre 3 sempre per l’indirizzo artistico. Adesso, Cangiano faccia lo sforzo finale per il Liceo Musicale” conclude il consigliere Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.