IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Iglina Albisola in scia alla zona playoff, con il primo successo pieno lontano da casa risultati

Imponendosi per 3 a 0 a Rivarolo Canavese le gialloblù si portano ad una lunghezza dalla terza posizione

Albisola Superiore. La partita inizia con l’Iglina che batte, Rivarolo non riceve, il pubblico si ferma, si alza in piedi; stessa cosa fanno le panchine, le padrone di casa si stringono in mezzo al campo, rivolgono lo sguardo alla tribuna dove sono stati appoggiati una maglietta ed un mazzo di fiori. La maglia ha il numero 1, simbolicamente è la maglia del numero 1, del presidente onorario (nonché ex presidente) Luigi Ballario, mancato il sabato precedente sconfitto da una brutta malattia. Durante il minuto di silenzio nella palestra risuonano solo le note di una canzone di un cantautore italiano. Un momento incredibilmente toccante accompagnato dalle lacrime di chi era in tribuna e per anni è stato al fianco di Luigi. L’Iglina assiste alla scena, consapevole di far parte di qualcosa che raramente si vede, ma altrettanto consapevole di dover onorare ancora di più una gara dai mille risvolti.

Dopo questo doveroso preambolo la partita prende il via per davvero. Da una parte un’Iglina non in perfetta forma: assente Travaglio per motivi lavorativi, anche Aurora Montedoro si presenta a Rivarolo Torinese febbricitante e in dubbio fino alla vigilia per un attacco influenzale che ha rischiato di tenerla fuori dalla gara. Dall’altra parte invece la Finimpianti si presenta al gran completo con l’opposta Rinaldi regolarmente in campo, nonostante le voci di un possibile infortunio.

Zanoni schiera così le sorelle Montedoro in diagonale, Ujka che va di fatto a sostituire Travaglio nel ruolo di schiacciatrice, insieme a Lavagna, Veneriano e Bisio al centro e Conterno libero con Zannino che sveste la maglia da secondo libero e si schiera con la maglia “normale” per mettere un po’ più di bagher qualora ce ne fosse stato bisogno. Va detto che “Zuppa” Zannino, quando chiamata in causa, si è fatta trovare pronta con due ingressi davvero di ottimo livello che hanno permesso all’Albisola di mantenere in pugno la gara.

I primi due parziali sono incredibilmente in fotocopia. Le padrone di casa partono meglio in entrambe le occasioni arrivando prima al “vecchio” time-out tecnico, per poi esser raggiunte e superate dall’Iglina che riesce a recuperare entrambi i set andando a chiuderli abbastanza agevolemente, complice anche qualche errore di troppo delle avversarie, con un doppio 19-25.

Diversa la faccenda del terzo set, dove l’Albisola comanda inesorabilmente da subito, prende diversi punti di vantaggio fino ad arrivare al 13 a 21 che segna il parziale e la gara. Da segnalare anche l’ottimo ingresso di Giada Botta che sostituisce Montedoro andando a chiudere il set che vale la vittoria finale. Finisce 17 a 25 con l’Iglina che trova, per la prima volta in stagione, la vittoria esterna da 3 punti, porta ad otto le vittorie in campionato e resta attaccata al treno che porta alle posizioni valide per l’accesso ai playoff. Il terzo posto, infatti, dista una sola lunghezza.

Insomma, una vittoria che permette alle ragazze albisolesi di trascorrere le festività in assoluta serenità e prepararsi al meglio alle prosime gare che porteranno alla fine del girone di andata. Prossimo appuntamento sabato 6 gennaio alle ore 21 al PalaBesio contro la Labormet 2 Lingotto Torino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.