IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ambiente, bando per il direttore generale: tra i nomi anche l’ex direttore di ATA Luca Pesce

Ecco la rosa di nomi ammessi al colloquio finale: c'è anche l'ex assessore della giunta Doria Valeria Garotta

Finale Ligure. Non mancherà di suscitare polemiche la selezione concorsuale indetta dal Comune finalese per la scelta del nuovo direttore generale di Finale Ambiente. Sul sito della partecipata è stato infatti pubblicato l’elenco dei candidati ammessi al colloquio finale, che porterà poi alla nomina del nuovo direttore.

Nella rosa di ammessi al colloquio non mancano sorprese: in primis l’ex direttore generale di Ata Luca Pesce, licenziato dalla società savonese e che ha già annunciato ricorso contro la decisione dell’azienda dopo che il suo contratto è stato rescisso da parte del consiglio di amministrazione della partecipata.

Ma non mancano anche la candidature politiche: nella graduatoria per la carica di direttore generale di Finale Ambiente, ammessa al colloquio, anche la genovese Valeria Garotta ex assessore della giunta Doria a Genova e capolista per il Pd nelle elezioni comunali del 2012. E ancora Albino Accame, ex candidato sindaco ed ex consigliere comunale di Tovo San Giacomo fino al 2011, e attuale direttore della Sacra Famiglia.

Tra gli ammessi alla prova finale figurano anche Simone Marcovecchio, Massimo Gnecco, Lorenzo Fommei, quest’ultimo già direttore generale della società Amga di Legnano, l’ex ispettore della polizia municipale Silvio Ascoli, Davide Aimeri, consulente esperto di Teknoservice, Isabella Cerisola, segretario comunale di Villanova d’Albenga, e Marta Gargiulo del Comune di Loano. Tra gli esclusi dal bando spiccano il comandante della polizia municipale di Ceriale Ivan Suardi e l’ex sindacalista Roberto Speranza, che si è presentato alle scorse elezioni comunali di Cairo Montenotte.

Il bando prevede un incarico della durata di tre anni, con un compenso di 80 mila euro lordi. L’espletamento del concorso è demandato ad una commissione giudicatrice, composta da quattro componenti e formata dai membri del Consiglio di Amministrazione della Finale Ambiente SpA e da un membro esterno all’azienda.

Gli aspiranti ammessi al concorso dovranno sostenere apposito colloquio il quale riguarderà l’illustrazione da parte del candidato delle principali esperienze professionali indicate nel curriculum e sarà volto a verificare il possesso dei requisiti attitudinali e professionali richiesti in relazione alla posizione da ricoprire.

Il vincitore del bando prenderà il posto di Tiziana Merlino, direttore generale di Finale Ambiente dal 2016, che è stata nominata direttore generale di AMIU, l’azienda municipalizzata rifiuti di Genova.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.