IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carcare, la differenziata al 75 per cento: “La raccolta porta a porta produce i suoi frutti”

"Le novità sono state accolte positivamente dalla cittadinanza e molti dei difetti del sistema precedente sono stati superati"

Carcare. Si è attestata intorno ai 75 punti la percentuale di raccolta differenziata sul territorio della cittadina di Carcare.

“Il cambio di sistema di raccolta dei rifiuti urbani sul territorio del Comune di Carcare, avvenuto in un periodo amministrativo molto delicato (siamo infatti a fine mandato elettorale della giunta Bologna) porta i primi positivi risultati – spiega il vice sindaco ed assessore alle attività produttive Christian De Vecchi – E’ trascorso più di un mese da quel 6 novembre in cui formalmente iniziato il nuovo sistema di raccolta: porta a porta esteso a tutto il territorio comunale e divisione della quota organica dalla quota indifferenziata, così è arrivato il tempo di fare i bilanci”.

“Le gare di appalto hanno tempi tecnici molto lunghi, certamente si sarebbe potuto ancora prorogare per non prendersi delle grane, ma le scelte amministrative, soprattutto quelle importanti, si fanno quando sono temporalmente necessarie, indipendentemente dalla loro convenienza elettorale, serviva cambiare sistema di raccolta perché quello precedente non era più a norma con gli standard legislativi richiesti dalla Regione Liguria, bene si è fatto, con la volontà di produrre vantaggi per la collettività.”

Quello per la raccolta dei rifiuti è l’appalto economicamente più importante per il Comune di Carcare e, terminate le fasi della consegna dei materiali necessari all’esercizio del nuovo tipo di raccolta, si stanno aspettando i primi dati statistici per sapere se il percorso intrapreso dall’ente comunale sia stato quello giusto.

De Vecchi riferisce che la soglia del 65 per cento di tolleranza imposta dall’ente regionale, alla raccolta differenziata, è stata superata e le prospettive future potrebbero ancora migliorare: “I risultati sono molto buoni, abbiamo raggiunto il 75 per cento. Le novità, rivelatesi alla luce dei fatti minime, sono state accolte positivamente dalla cittadinanza e molti dei difetti del sistema precedente sono stati superati. Entro la fine dell’anno verranno completate tutte le procedure di sostituzione dei nuovi materiali di raccolta sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche, a questo punto si potranno recuperare ancora una decina di punti percentuale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.