IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora proclamata Comune Europeo dello Sport 2018 foto

Il sindaco Demichelis: "Sarà un anno di interventi concreti: nuova palestra per le scuole, un nuovo campo in erba sintetica e riapertura del tennis club"

Andora. “Venite ad Andora, scoprirete una splendida località di mare dove é possibile praticare sport 365 giorni l’anno. Questo premio è dedicato al grande lavoro svolto dalle associazioni andoresi”.

L’anno di Andora ‘Comune Europeo dello sport 2018″ è iniziato ufficialmente ieri sera a Bruxelles nella sede del Parlamento Europeo dove il sindaco Mauro Demichelis e il vicesindaco Paolo Rossi hanno presentato Andora alla platea dei comuni e città europee, riuniti per la cerimonia ufficiale di consegna delle bandiere di Aces Europa.

“Siamo onorati di essere associati a città importanti come  Marsiglia o Sofia. Questo riconoscimento premia il presente di Andora, fatto dalla passione, dal talento delle nostre associazioni – ha dichiarato il Vice Sindaco e l’Assessore allo sport Paolo Rossi – Oggi è una giornata storica per il nostro Comune e non possiamo che gioire ringraziando tutti coloro che hanno collaborato per raggiungere questo risultato”.

Il riconoscimento è in piena sintonia con i numerosi interventi attuati per riqualificare alcune strutture sportive.

“Sarà un anno di valorizzazione del lavoro delle Associazioni e di interventi concreti, dove proseguirà la riqualificazione degli impianti sportivi. Il 2018 vedrà  il nuovo campo da calcio in erba sintetica, la riapertura del tennis club comunale e la realizzazione della nuova palestra delle scuole di Via Cavour, che sarà messa a norma secondo i criteri del Coni grazie ai fondi ottenuti dal Credito Soprtivo a interessi zero.

La Bandiera di Comune europeo dello Sport è stata consegnata dal Presidente di Aces Europa Gianfranco Lupatelli alla delegazione andorese, ospitata al Parlamento Europeo dall’europarlamentare Alberto Cirio, che ha avuto parole di grande apprezzamento per le attrattive turistiche e per l’impegno della comunita’ andorese nell’ambito dello sport”.

«Sono particolarmente felice di questo riconoscimento – sottolinea l’eurodeputato Alberto Cirio, vice presidente dell’Aces Europe – Andora è una delle location italiane più amate per gli sport acquatici e all’aria aperta ed è importante che questa vocazione sia stata riconosciuta anche dall’Unione europea. Lo sport è uno strumento straordinario per condividere valori comuni, migliorare la qualità della vita, ma anche per promuovere la bellezza delle nostre terre e le loro eccellenze enogastronomiche. Penso, ad esempio, al basilico e all’olio prodotti della piana e dell’entroterra di Andora. Le bandiere dell’Aces sono un modo per valorizzare l’impegno dei territori che hanno creduto e investito su tutto questo. L’obiettivo da raggiungere, però, è che il riconoscimento non sia solo formale e coloro che fanno parte di questo circuito d’eccellenza abbiano anche un punteggio maggiore nei bandi previsti dall’Unione europea».

In serata si è tenuto anche un incontro istituzionale presso l’Ambasciata d’Italia in Belgio, dove il sindaco Demichelis ha potuto presentare all’ambasciatrice Elena Basile e agli intervenuti le eccellenze economiche ed agricole, proseguendo l’azione di promozione di Andora a livello internazionale già avviata con la Norvegia, la Repubblica di Corea,la Francia e Monte Carlo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.