IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Anche a Carcare un “caso Spelacchio”: abbattuto l’imponente cedro di piazza Caravadossi foto

L'albero, da sempre illuminato per le festività natalizie, si è spento definitivamente a causa dell'ondata di gelo

Carcare. Anche in Val Bormida esiste un “caso Spelacchio”, o meglio, esisteva. L’imponente cedro che svettava davanti all’ex asilo Mallarini, in piazza Caravadossi, è stato abbattuto e di lui resta solo un ceppo.

Carcare non ha più il suo albero di Natale: addobbato di luci festose nel ponte dell’Immacolata, i suoi rami hanno ceduto un paio di giorni dopo a causa dell’ondata di gelo. Come per lo “Spelacchio” della capitale, di cui si parla in questi giorni per la sua bruttezza, il costo esorbitante del trasporto e dell’installazione e, dulcis in fundo, per il suo decesso inesorabile ancor prima di Natale, anche a Carcare non si può non notare la mancanza delle fronde che, da anni, facevano ombra al monumento alla famiglia, ma non solo, l’aiuola in cui viveva il cedro ha sempre avuto una funzione urbanistica, in quanto delimita i sensi di marcia di entrata e uscita dalla piazza.

La pianta, negli anni Novanta, aveva sostituito l’albero di Giuda che in primavera si vestiva di fiori rosa. Non mancano le polemiche sulla decisione di abbattere l’amico naturale dei carcaresi, ma, secondo l’Amministrazione comunale, il gelo degli ultimi giorni gli avrebbe davvero dato il colpo di grazia, e soprattutto si ero reso pericoloso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.