IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, è ufficiale: Decathlon prende il posto del Brico e apre in terra ingauna

Al vaglio degli uffici comunali la richiesta di realizzare un nuovo parcheggio al posto dell’ex distributore Erg e l’ampliamento della superficie di vendita

Più informazioni su

Albenga. Le voci si sono rincorse per settimane, alimentando le speranze degli amanti dello sport e di tanti albenganesi, che si concretizzeranno all’inizio del 2018. Nella primavera del prossimo anno, infatti, Decathlon approderà ad Albenga, dove aprirà uno store negli spazi dell’ex Brico, in viale Martiri della Foce.

Un via libera molto atteso all’ombra delle torri ingaune, arrivato dopo una lunga fase interlocutoria, che ha visto protagonisti i vertici della catena francese, che riunisce sotto il suo marchio una serie di negozi di articoli sportivi a livello mondiale, e della Coop, proprietaria dell’area dove sorgerà il nuovo punto vendita. Dialoghi che sono andati avanti per mesi e che ora, secondo fonti certe, sono già stati tradotti nero su bianco, con la firma decisiva.

I discorsi tra le parti hanno coinvolto anche il Comune perché, benché si tratti di un’operazione puramente commerciale (l’immobile in questione risulta essere già adibito ad uso commerciale), due varianti contenute nel progetto sono dovute passare obbligatoriamente al vaglio degli uffici comunali.

La prima riguarda la zona antistante l’immobile, lato viale Martiri della Foce, dove fino a qualche settimana fa era presente un distributore Erg, che è già stato smantellato. Alcune indiscrezioni avevano fatto pensare alla possibile apertura di un nuovo distributore, questa volta targato Enercoop, ma l’ipotesi è stata seccamente smentita dalle parti, intenzionate a realizzare un grande parcheggio. Il distributore Erg rappresentava “standard pubblico” (opera di urbanizzazione a scopo pubblico) e, in quanto tale, dovrà essere obbligatoriamente sostituito con un altro “standard pubblico”, rappresentato proprio dalla nuova area parcheggio.

Inoltre, la superficie all’interno della struttura necessiterebbe di un ampliamento perché la zona prima adibita all’artigianale (la segheria) dell’ex Brico dovrà essere convertita in alimentare per la vendita di barrette, bevande e alimenti sportivi (’operazione porterebbe la superficie di vendita a circa 1300 metri quadrati).

Fonti vicine alle parti parlano di “ostacoli facilmente superabili”. Non ci dovrebbero essere dunque ritardi o intoppi sulla tabella di marcia, che prevede l’apertura ufficiale del nuovo store nei primi mesi della primavera 2018.

Aree Ex Brico Decathlon Albenga

Ancora da capire se il nuovo Decathlon sarà guidato dallo stesso direttore di Vado Ligure oppure da un’altra figura, ma quel che è certo è che per la catena francese si tratta di un grande bis, dopo l’apertura con successo del punto vendita vadese, situato al Molo 8.44. Una mossa che va a colmare il “buco territoriale” che si era creato dopo le aperture dei Decathlon di Nizza e Vado Ligure.

“L’apertura della Decathlon, un marchio importante in grado di attirare persone da ogni dove, è un evento importante dal punto di vista dello sviluppo albenganese, – ha dichiarato il presidente di Confcommercio Albenga Lorenza Giudice – Significa nuovi posti di lavoro e un incoming di gente nuova. Personalmente mi auguro che le attività già esistenti che trattano sport riescano a specializzarsi sempre di più in qualcosa che possa essere trovato solo da loro e possano continuare la propria attività. Non possiamo certo nasconderci dietro ad un dito. Mentre da una parte ci saranno lati e risvolti positivi, è ovvio che per l’ennesima volta le attività esistenti dello stesso genere dovranno fare un ulteriore sforzo per reinventare la propria professionalità. Inoltre, in tema di assunzioni, auspico che Decathlon decida di pescare nel bacino del nostro territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da davideda

    “in tema di assunzioni, auspico che Decathlon decida di pescare nel bacino del nostro territorio”.

    ” varianti contenute nel progetto sono dovute passare obbligatoriamente al vaglio degli uffici comunali”

    Io me la sarei giocata bene questa carta delle assunzioni perche sempre più i nostri ragazzi sono costretti a fare lavori sottopagati e/o distanti da casa e mi rattrista vederli in questa condizione …tutti hanno figli….dare x avere !!