IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Accordo per la Maersk, il Pd vadese: “Risultato storico per il nostro territorio”

Il segretario cittadino Costagli: "Premiato un lungo percorso politico e amministrativo"

Vado Ligure. Il circolo del Pd di Vado Ligure esprime massima soddisfazione “per l’accordo di programma portuale raggiunto questa mattina, che costituisce una pietra miliare importante per il “varo” definitivo dell’importante infrastruttura. Questo e il risultato di un lungo percorso politico e amministrativo a cui si è potuto giungere grazie all’impegno del sindaco Monica Giuliano, della giunta vadese e della maggioranza politica di Vado”.

Sono le parole del segretario cittadino Roberto Costagli, che commenta la firma dell’accordo di programma per la realizzazione della piattaforma Maersk a Vado Ligure.

“Con questo accordo si definiscono i tempi certi e soprattutto le modalità per la conclusione di tutte le opere complementari alla piattaforma. La novità positiva che la società autostradale Autofiori sostenga finanziariamente e progettualmente la definizione del nuovo casello autostradale di Bossarino, opera fondamentale per i collegamenti viari” aggiunge l’esponente Dem.

“Gli stanziamenti finanziari inoltre consentiranno alla mitigazione dell’impatto ambientale sul territorio vadese nonché la sua messa in sicurezza, con opere di cerniera tra la città e il porto. Si ricorda che tale progetto portuale e di valenza nazionale e soprattutto consentirà al territorio provinciale, già mortificato da una profonda crisi economica ed industriale, un rilancio e uno sviluppo duraturo” conclude il segretario Pd.

E su Facebook le parole del sindaco Monica Giuliano: “Abbiamo recuperato un cammino interrotto per troppi anni, con fatica e non poche discussioni tutti i rappresentanti degli enti firmatari hanno con grande senso di responsabilità agito e costruito un nuovo futuro per Vado e per l’intera Regione. Da oggi gli investimenti hanno un nome, un proponente e delle risorse certe con un’attenzione speciale rispetto ai progetti di messa in sicurezza del territorio a partire dai 22 milioni per la messa in sicurezza del Torrente Segno. Sarà la porta del nuovo sviluppo economico e con coraggio e senso di responsabilità andremo avanti. Grazie a tutti i funzionari del Comune, Regione Liguria ed Autorità di sistema”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.