IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Welfare, dalla Regione 850 mila euro per interventi a sostegno delle estreme povertà

Viale: “Con l'emergenza freddo risorse importanti per garantire assistenza e servizi primari a persone senza fissa dimora”

Più informazioni su

Regione. In arrivo sul territorio 850 mila euro di risorse regionali a sostegno delle estreme povertà e delle persone senza fissa dimora. Le risorse, destinate ai cinque Comuni capofila delle conferenze dei sindaci delle Asl, serviranno per implementare e sviluppare i servizi in risposta ai bisogni primari (dalla distribuzione di viveri, indumenti e farmaci alla cura e l’igiene della persona fino alle mense), i servizi di accoglienza notturna (dormitori, comunità semiresidenziali e residenziali, alloggi protetti o autogestiti) e i servizi di accoglienza diurni.

È quanto deliberato dalla giunta regionale che, su proposta della vicepresidente e assessore alla sanità e politiche sociali Sonia Viale, ha dato il via libera all’impegno e liquidazione delle risorse.

“Nel periodo invernale, caratterizzato da temperature rigide – spiega la vicepresidente Viale – si tratta di risorse importanti per garantire assistenza a chi ne ha più bisogno e in particolare alle persone senza fissa dimora. Come Regione Liguria vogliamo dare continuità all’azione svolta in questi due anni con l’erogazione di contributi economici a favore degli enti locali che, su questo fronte, lavorano in sinergia con le molte associazioni di volontariato impegnate sul territorio: a loro rivolgo il mio ringraziamento per il lavoro che svolgono per rispondere ai bisogni e alle necessità di chi si trova in uno stato di grave emergenza sociale o vive per strada, con azioni finalizzate anche al reinserimento sociale o all’autonomia abitativa”.

In particolare, il finanziamento è destinato ai Comuni capofila delle Conferenze dei sindaci delle Asl liguri affinché provvedano ad attribuire la quota ai distretti sociosanitari a favore di interventi per il contrasto alla grave emarginazione. Viene stabilito il contributo massimo di 600 mila euro per il Comune di Genova, capofila della Conferenza dei sindaci della Asl3 e, sulla base delle spese sostenute nel 2016, si ripartiscono i restanti 250mila euro: 119.775 al Comune di Savona (capofila della Conferenza dei sindaci della Asl2), 73.901 euro al Comune di Sanremo (capofila Conferenza dei sindaci della Asl1), 13.613 euro al Comune di Chiavari (capofila della Conferenza dei sindaci della Asl4) e 42.711 euro al Comune della Spezia (capofila della Conferenza dei sindaci della Asl5).

Regione, contestualmente all’erogazione dei contributi, procederà ad un monitoraggio sul numero e la tipologia di persone che abbiano beneficiato degli interventi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.