IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Vado Ligure nasce il progetto “Carta Bimbi” per sostenere i bisogni della prima infanzia

L’Unione Industriali di Savona ha da subito condiviso l’utilità e l’importanza di questo percorso di partnership solidale

Vado Ligure. Nell’intento di valorizzare sempre di più la famiglia come protagonista attiva della propria realtà sociale, il Comune di Vado Ligure in questi ultimi anni di grave crisi economica ha riservato proprio a questa utenza innovativi percorsi di welfare-community in cui gli attori territoriali pubblici, privati e no profit concorrono sinergicamente a favore delle fasce più deboli.

Sulla scorta dell’esperienza di “Spazio solidale”, nato nello scorso mese di Settembre dal coinvolgimento attivo di Apm Terminals al progetto “Buon Fine” di distribuzione di generi alimentari ai cittadini indigenti, giovedì 30 novembre alle 15.30 presso la sede dell’Unione Industriali di Savona, verrà siglato un nuovo e virtuoso accordo di collaborazione pubblico-privata a favore di un progetto di solidarietà sociale espressamente dedicato ai bisogni della prima infanzia: il “Progetto Carta Bimbi”.

Fortemente voluto e finanziato dalla società Vado Tank Cleaning srl, da poco insediatasi sul territorio vadese con i propri impianti, il progetto beneficerà infatti dell’importante donazione di 10 mila euro da parte dei suoi soci azionisti Marenzana spa e Stolt Tank Containers Italy srl e che sarà utilizzato dall’amministrazione comunale per l’erogazione di buoni acquisto per prodotti prima infanzia (pannolini, creme, salviettine, omogeneizzati, latte, ecc.), abbigliamento bimbi, prodotti farmaceutici esclusivamente per necessità di cure e acquisto di prodotti dedicati all’infanzia (es. latte in polvere e/o medicinali per cure del bambino), a favore delle famiglie vadesi con figli in tenera età, in situazione di difficoltà e seguite dal servizio sociale comunale.

L’Unione Industriali di Savona ha da subito condiviso l’utilità e l’importanza di questo percorso di partnership solidale sensibilizzando le aziende operanti sul territorio ad aderire per ampliare il ventaglio di servizi pubblici attivabili e la volontà di sottoscrizione economica di 5 mila euro rapidamente espressa anche da Infineum Italia srl testimonia con i fatti come lo sviluppo economico di un territorio possa concretamente accompagnarsi all’arricchimento sociale di una società più equa e sobria nei propri valori e nelle proprie risorse.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.