IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toti: “Il turismo vale l’8% del Pil ligure, settore in crescita su tutti i fronti” foto

L'intervenuto del governatore ligure all'Open Day di In Liguria, l'Agenzia regionale per la promozione turistica

Più informazioni su

Liguria. “Oggi il turismo vale l’8% del Pil della Liguria: il nostro obiettivo sul lungo periodo è arrivare almeno al 10-12 per cento del Pil perché il turismo, che uno degli assi fondamentali del nostro sviluppo, inizia a fare importanti risultati non solo in termini di crescita di arrivi e presenze ma anche di incremento degli occupati”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti intervenuto all’Open Day di In Liguria, l’Agenzia regionale per la promozione turistica.

“Abbiamo intrapreso un cammino positivo – ha aggiunto il governatore – non solo grazie alla congiuntura internazionale, che senz’altro ci ha aiutati dirottando flussi turistici in Italia e anche in Liguria, ma anche grazie alle operazioni messe in campo in questi due anni. E anche per le prossime festività natalizie – ha annunciato – stiamo studiando insieme al Comune una serie di eventi per rendere Genova ancora più competitiva a livello nazionale e non solo”.

Negli ultimi due anni si è registrato un incremento complessivo pari a: + 8,76% degli arrivi e + 8,22 di presenze. Numeri importanti che debbono essere consolidati e incrementati, soprattutto allungando la stagione come Regione Liguria si è impegnata a fare dalla prima campagna invernale.

Luglio ed agosto si confermano mesi trainanti per il turismo ligure con oltre 5 milioni e mezzo di presenze nei due mesi e quasi 1 milione e mezzo di arrivi (dati 2017), ma è da sottolineare la forte crescita in questi due anni di giugno: negli arrivi + 5% nel 2016 rispetto allo stesso mese del 2015 e addirittura + 13% nel 2017 rispetto a giugno 2016; nelle presenze + 6% nel 2016 rispetto all’anno precedente e + 9,25 nel 2017 rispetto al 2016.

La Regione ha inoltre ricordato i suoi impegni per sviluppare industria turistica:

PROMOZIONE: le campagne di promozione verso le regione vicine per convincere lombardi e piemontesi in primis (sono ancora i nostri primi visitatori) a venire in Liguria, e a viverla non solo per il mare ma anche andando a scoprire i nostri borghi e le nostre risorse enogastronomiche, fiere, educational, b2b, road show all’estero, anche alla luce di una crescita delle presenze straniere ancora maggiore rispetto agli italiani

QUALITÀ: bando per riqualificazione strutture ricettive alberghiere e all’aria aperta, riconoscimento di nuove figure professionali fondamentali per migliorare i servizi turistici, intercettare un turismo più esigente e al contempo con maggiore capacità di spesa.

LAVORO: politiche di supporto all’allungamento dei contratti di lavoro stagionali in ambito turistico, fondamentali per mantenere sul territorio personale formato (essenziale per migliorare la qualità dei servizi) e per allungare l’apertura di più strutture ricettive.

PRODOTTO: impegno diretto per la costituzione di nuovi prodotti turistici regionali e per fare emergere le risorse già presenti nei diversi territori

GOVERNANCE: con il “Patto per il turismo” si è dato un nuovo modello di governance al territorio, responsabilizzando e coinvolgendo direttamente i comuni, legato al “Patto” con l’intervento del “fondo strategico” si danno risorse ai comuni per interventi infrastrutturali che abbiano ricaduta turistica.

Significativo, secondo i dati, anche l’impatto economico nella regione, stimato in 5 miliardi e 658,6 milioni di euro, complessivamente in crescita del +6,4% rispetto al 2015 grazie soprattutto ad un aumento di spese sostenute dai turisti che alloggiano in strutture ricettive.

Nel dettaglio: dal core business del turismo 3 miliardi e 107 milioni di euro circa per alloggio e ristorazione in crescita del +10,3% rispetto al 2015; le altre spese in attività ricreative, culturali e di intrattenimento, stimate complessivamente in circa 1 miliardo e 156,2 milioni di euro in crescita del +13,7%.

La spesa media pro-capite per la vacanza è: per il viaggio A/R 148 euro per i turisti italiani e 231 per gli stranieri; per l’alloggio 64 euro al giorno (62 euro per gli italiani, 71 euro per gli stranieri); per i pacchetti all inclusive 223 euro al giorno per i turisti italiani e 241 euro per gli stranieri;

La spesa media pro capite giornaliera extra viaggio e alloggio: nelle destinazioni della riviera ligure 81 euro. Nelle città 77 euro; a Genova 94 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.