IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tavolo della Sicurezza, LoaNoi perplessa: “L’amministrazione crede veramente alla sicurezza partecipata?”

Il gruppo di minoranza critico circa l'esito della riunione di ieri sera

Loano. “Ma l’amministrazione crede veramente alla partecipazione? Sostiene sul serio il progetto della sicurezza partecipata?”. A chiederselo sono gli esponenti della lista civica di minoranza LoaNoi, che ieri sera hanno preso parte alla riunione del Tavolo della Sicurezza con i consiglieri Patrizia Mel e Daniele Oliva.

“Come è consuetudine, il gruppo della lista civica Loanoi ha partecipato ieri sera al consueto incontro del Tavolo sulla Sicurezza – spiegano i membri del gruppo – Questa volta però, non siamo restati ad ascoltare ed abbiamo sollevato alcune perplessità sul modus operandi di come viene gestita questa opportunità, quale è appunto il Tavolo della Sicurezza, unico luogo che hanno i cittadini dove poter interagire con l’amministrazione”,

“Durante la serata si è parlato di strumenti partecipativi quali l’adesione del Comune di Loano al ‘Forum Italiano della Sicurezza Urbana’ e ad ‘Avviso Pubblico’ contro le mafie. Ma la domanda sorge spontanea: l’amministrazione crede veramente alla partecipazione? Sostiene sul serio il progetto della sicurezza partecipata? Il consigliere Oliva, nei suoi interventi, ha portato a conoscenza il tavolo di come tante volte le segnalazioni dei cittadini rimangano inascoltate, seppure si dica il contrario. La consigliera Mel ha fatto l’esempio di come il problema dello spaccio si sposti da una zona di Loano all’altra e, nonostante le segnalazioni fatte, poco si fa per debellare il problema”.

“Un altro rilievo fatto dal consigliere Oliva è la mancanza ormai cronica dei carabinieri a questo tavolo, un segnale di fiducia che invece sarebbe visto di buon occhio da tutti. Altri esponenti della lista civica hanno poi sottolineato l’aspetto di come questa iniziativa, come pure quella del ‘Controllo del Vicinato’, siano troppo poche pubblicizzate creando, di fatto, un cerchio ristretto di persone a cui mostrare le attività svolte, mentre invece sarebbe auspicabile un maggior coinvolgimento della cittadinanza attraverso altri strumenti quali ad esempio una pagina social, dei manifesti pubblicitari e delle tempistiche diverse che permettano di studiare più approfonditamente i progetti portati avanti dall’amministrazione, vedasi quello di ‘Loano Città Amica’ presentato stasera, di integrarli e modificarli per renderli più ‘a misura’ delle esigenze manifestate quotidianamente dai cittadini”.

“Si è, ancora una volta, riproposto lo strumento della app ‘Decoro Urbano’ invitando l’amministrazione a credere fino in fondo a questi strumenti partecipativi, nella speranza che alla prossima occasione ci sia una maggiore presenza dei cittadini al tavolo della sicurezza che possano dare uno stimolo alle azioni intraprese dall’amministrazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.