IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, mozione delle minoranze: “Il trasporto pubblico deve restare pubblico”

"Per colpa di politiche scellerate, i principali servizi ai cittadini rischiano di finire nelle mani di aziende private"

Savona. “Per colpa di politiche scellerate, i principali servizi ai cittadini rischiano di finire nelle mani di aziende private con un conseguente peggioramento del servizio, un aumento dei costi e pesanti rischi per lavoratrici e lavoratori”. Così Marco Ravera, capogruppo di “Rete a sinistra – Savona che vorrei”; Daniela Pongiglione, capogruppo di “Noi per Savona”; Manuel Meles, capogruppo del Movimento 5 Stelle, che hanno presentato al consiglio comunale una mozione per la gestione “in house” del trasporto pubblico locale.

“Sul fronte del trasporto pubblico – dicono i tre esponenti di minoranza – si è aperto uno spiraglio che alcune amministrazioni stanno coraggiosamente percorrendo, da Genova (guidata dal centrodestra) alla Regione Abruzzo (a guida Pd), ovvero quello del cosiddetto affidamento ‘in house’, una gestione diretta e pubblica senza passare dalla gara per l’affidamento del servizio prevista nel 2018”.

“Lo scorso 12 giugno venne discussa e approvata (24 voti a favore, 4 astenuti) una nostra mozione che di fatto auspicava un rafforzamento di Tpl in vista della gara. Il presidente Claudio Strinati, tuttavia, ha dichiarato che l’azienda non è in grado di sostenere la gara da sola e ha aperto ad una compartecipazione con i privati. Noi pensiamo sia una scelta sbagliata e, tramite una nuova mozione che verrà discussa nel prossimo consiglio, chiediamo che il Comune di Savona (socio al 28 per cento) si attivi con la Provincia al fine di procedere all’affidamento del servizio ‘in house providing’. I servizi devono rimanere pubblici, di tutti”.

Qui il testo della mozione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.