IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Provincia, da metà dicembre attivi i nuovi autovelox: ecco dove saranno fotogallery

Il vice presidente, con delega alla viabilità, Luana Isella: "I velox sono a ridosso di nuclei abitati o di zone artigianali"

Provincia. La Provincia di Savona ha presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa l’installazione e le modalità di funzionamento dei nuovi autovelox che saranno posizionati e attivi sulle strade provinciali entro la metà del mese di dicembre. In tutto sono sei gli apparecchi per il controllo della velocità pianificati da Palazzo Nervi e nei giorni al centro di un “braccio di ferro” con i sindaci dei territori interessati dalle installazioni.

Sulla Sp 29 “del Colle di Cadibona” nel Comune di Altare un autovelox si trova al chilometro 149+500 in località Maschio verso Altare il limite di velocità per le auto è di 80 chilometri orari e per le moto di 60 chilometri orari. Un altro apparecchio è posizionato al chilometro 147+300 in località Montemoro in direzione di Altare il limite è di 50 chilometri orari: “Qui c’è da preservare un nucleo di abitazioni – ha spiegato il vice presidente della Provincia Luana Isella – In zona si sono verificati alcuni incidenti in una curva e nei piccoli rettilinei nei pressi dell’apparecchio”.

Sempre sulla Sp 29 “del Colle di Cadibona” nel Comune di Altare un velox si trova al chilometro 140+600 sul viadotto Gazzana in direzione di Savona il limite è di 70 chilometri orari: “Il limite riguarderà i veicoli che usciranno dalla galleria”.

Sulla Sp 42 San Giuseppe-Cengio, nel Comune di Cosseria, in direzione Carcare, un altro velox si trova al chilometro 2+100 il limite di velocità è di 70 chilometri orari. Un altro velox si trova al chilometro 3+973 in direzione Cengio e ha limite a 70 chilometri orari.

Sulla Sp6 Albenga-Casanova-Passo del Cesio nel Comune di Albenga, in direzione di Albenga, un unico velox si trova al chilometro 4+320 e ha come limite di velocità 60 chilometri orari. Si tratta di un massimale presunto ed in fase di definizione: “Su questo limite siamo fermi perché il centro di Villanova d’Albenga ha un limite coincidente con quello del limite al confine comunale. Avendo i 50 chilometri orari sul centro urbano, siamo vincolati su questa scelta. Se l’amministrazione, così come pare, delimiterà diversamente il centro urbano, il limite sulla provinciale potrà innalzarsi”.

Come precisa ancora Isella, il criterio sulla base del quale sono stati posizionati gli apparecchi è “il grado di pericolosità delle strade provinciali, stimato sulla base del numero di incidenti avvenuti nell’ultimo anno rilevati dall’osservatorio della prefettura”. Tutti i velox si trovano a ridosso di nuclei abitati o di zone artigianali e hanno l’obiettivo di garantire la sicurezza rispetto ai mezzi che vi transitano.

In totale, dunque, gli autovelox operativi saranno quattro: tre di questi verranno spostati rispetto alla precedente collocazione, mentre uno (quello di Cosseria al chilometro 3+973 della Sp42) manterrà il suo vecchio posizionamento ma “guarderà” nella direzione opposta.

Circa le tempistiche: “Dal 10/15 di dicembre i velox potrebbero essere attivati. In ogni caso, aggiorneremo le date non appena saranno definite” precisa il vice presidente della Provincia.

“Qualcuno sostiene che, con l’attivazione degli apparecchi, la Provincia abbia fatto “un bel regalo di Natale” ai cittadini: “In realtà – spiega Luana Isella – con queste iniziative abbiamo voluto migliorare la sicurezza di tutti gli utenti della strada. I limiti non sono più così restrittivi come in passato, ma assolutamente accettabili. Se i cittadini rispetteranno questi limiti, non incapperanno in alcuna multa”.

Per il consigliere provinciale delegato alla viabilità, i veri regali di Natale sono stati “i lavori con cui l’amministrazione provinciale ha garantito il transito sulle provinciali che l’anno scorso erano state colpite dall’alluvione. Quei gravi eventi atmosferici hanno devastato alcune zone e alcune strade della nostra provincia. Strade che ora, a distanza di un solo anno, sono del tutto percorribili grazie agli interventi effettuati dalla Provincia e finanziati dalla Regione. Credo che mai come in questo periodo la Provincia sia presente sul territorio e sia pronta al confronto con i sindaci. Noi vogiamo che Palazzo Nervi sia la casa dei sindaci del savonese”.

Ecco la diretta Facebook di IVG.it:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.