IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Processo per le case cooperative di Pietra: Gariano prosciolto in appello

Il reato contestato all'ex presidente del consorzio regionale delle cooperative Ligure è stato derubricato ed è scattata la prescrizione

Pietra L. In primo grado, davati al tribunale di Savona, era stato condannato a nove anni e sei mesi di reclusione per estorsione aggravata per la vicenda delle case cooperative di via Crispi a Pietra Ligure. Nel processo d’appello Renato Gariano è stato però prosciolto per prescrizione per l’imputazione più grave e assolto per altre due (la moglie Silvana Colombo, che a Savona era stata condannata a sei anni e mezzo è stata invece assolta – perché il fatto non sussiste per alcuni capi e per non aver commesso il fatto per altri – da tutte le contestazioni di cui doveva rispondere).

I giudici genovesi hanno infatti derubricato il reato contestato a Gariano in violenza privata (secondo l’accusa aveva minacciato i soci delle cooperative pietresi chiedendo loro altri soldi per procedere con i lavori delle case) e, di conseguenza, sono intervenuti i termini della prescrizione. Di qui la sentenza di non doversi procedere che, di fatto, ha ribaltato il verdetto di primo grado. Una decisione contro la quale il pm Massimiliano Bolla ricorrerà in Cassazione.

Insieme a Gariano, ex presidente del Consorzio regionale cooperative ligure, e alla moglie, a Savona erano stati processati anche i tre ex presidenti delle cooperative edilizie finite al centro dell’inchiesta (Domus Uno, Alfa Casa e Toirano Uno), che però erano stati assolti da ogni accusa “perché il fatto non costituisce reato (i giudici non hanno ritenuto che per loro sia stata raggiunta la prova del dolo) e il direttore dei lavori del cantiere di via Crispi, per il quale è stata pronunciata una sentenza di non luogo a procedere per prescrizione.

Era stato proprio il collegio del tribunale savonse a riqualificare il reato contestato a Gariano in estorsione aggravata (inizialmente la Procura contestava la concussione).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Paolo1
    Scritto da Paolo1

    Vuoi non avere problemi con la legge? NON ESSERE ONESTO, ti saranno riconosciuti tutti i diritti di questo mondo, giuridicamente non in linea con le persone oneste. Mi astengo dall’esprimere ulteriori commenti, sarebbe inutile. EVVIVA LA LEGGE ITALIANA????????????