IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra, due giovani sorpresi con 220 grammi di marijuana: arrestati

Sono stati fermati durante un controllo nella cittadina pietrese: i due giovani sono di Loano

Pietra Ligure. Due giovani di Loano, Andrea Vallarani Riolfo, 20 anni, e Matteo Balzari, 18 anni, sono stati arrestati a Pietra Ligure per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati compiuti nella serata di ieri a seguito dei controlli dei carabinieri di Pietra Ligure sul territorio: in via Lombardia, i militari hanno notato una Ford Fiesta parcheggiata in uno spiazzo, e hanno deciso di ispezionare gli occupanti e il veicolo.

Il conducente della vettura, Vallarani, è subito parso nervoso e nel veicolo c’era forte odore di marijuana: i carabinieri hanno quindi deciso di chiedere l’ausilio di un’altra pattuglia e di procedere alla perquisizione dei ragazzi e della macchina.

Così i carabinieri hanno trovato e posto sotto sequestro 220 grammi di marijuana suddivisi in 19 dosi: sia la quantità che la modalità di confezionamento, hanno fatto ritenere che la droga fosse pronta per lo spaccio e non detenuta per uso personale.

Secondo l’accusa, Vallarani Riolfo deteneva 16 involucri di marijuana per un totale di 113 grammi, mentre Balzari aveva tre involucri (per un totale di 107 grammi) della stessa sostanza.  Dopo l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti i due giovani sono stati accompagnati nelle camere di sicurezza della caserma. Questa mattina, invece, sono stati processati per direttissima in tribunale a Savona.

Il giudice ha convalidato entrambi gli arresti ed ha disposto gli arresti domiciliari per Vallarani e l’obbligo di presentazione quotidiano ai carabinieri di Loano per Balzari. Vista la richiesta di termini a difesa dei legali degli imputati (gli avvocati Ballabio e Formato), il processo è stato rinviato alla prossima settimana.

Il difensore di Balzari, l’avvocato Marco Ballabio, dopo l’udienza di convalida ha precisato: “Il mio assistito è completamente estraneo alle accuse contestate e presto chiarirà ogni aspetto della vicenda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.