IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pericoli del web, genitori a scuola di educazione digitale ad Andora foto

L’evento “Sicuri in rete: conoscere internet e i social per uscirne illesi” è promosso dall’Istituto comprensivo Andora – Laigueglia con il patrocinio del Comune

Più informazioni su

Andora. Genitori a scuola di educazione digitale per scoprire e prevenire i pericoli del web, dal cyberbullismo alla dipendenza da social. L’evento “Sicuri in rete: conoscere internet e i social per uscirne illesi”, promosso dall’Istituto comprensivo Andora – Laigueglia, con il patrocinio del Comune di Andora, è programmato per venerdì 1° dicembre, alle ore 21, a Palazzo Tagliaferro.

La serata informativa per le famiglie sarà tenuta da Mauro Ozenda, esperto di educazione digitale che, senza demonizzare una risorsa indispensabile come internet, ne metterà in luce i pericoli e informerà i genitori su come prevenire i rischi derivati dall’utilizzo indiscriminato dei social, dall’accesso dei minori a contenuti non appropriati all’età, dando anche delle indicazioni su come affrontare e prevenire i fenomeni come la dipendenza da internet, il cyberbullismo, il ciberstalking, il sexting, il furto d’identità e le truffe on line. Non mancheranno informazioni pratiche sulla possibilità di applicare sistemi di filtraggio ai motori di ricerca e sui sistemi di protezione in rete.

L’incontro con i genitori arriva dopo una serie di attività promosse dall’Istituto comprensivo Andora – Laigueglia, in cui Ozenda ha parlato dei rischi di internet direttamente con i ragazzi che si sono dimostrati particolarmente interessati e recettivi, tanto che la scuola ha deciso di replicare il corso già nel prossimo gennaio, per completare l’approfondimento di tutti i temi messi in campo dai ragazzi.

“Per i ragazzi comunicare attraverso i social o esplorare internet fa parte della quotidianità – ha dichiarato la dirigente scolastica Maria Teresa Nasi – Per questo abbiamo pensato ad un corso che li indirizzasse verso un uso sano, legale e consapevole delle nuove tecnologie come parte del progetto didattico proposto dalla scuola. In collaborazione con il Comune di Andora, abbiamo quindi deciso di proporre una serata aperta a tutti, ai genitori e ai famigliari in particolare, in modo che possano dialogare con i loro figli e nipoti, imporre regole e condividere esperienze in rete, sostenuti dalle informazioni già ricevute a scuola dai ragazzi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.