IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Multe, arresti e “safety & security” degli eventi: le polizie locali in prima linea per la sicurezza a 360 gradi

Le polizie locali di Savona, Alassio, Albisola Superiore, Albenga, Loano e Celle hanno presentato i dati dell'attività svolta tra il 15 giugno ed il 15 settembre

Provincia. Un “dato aggregato”, una statistica unitaria che dimostra (nel caso ci fosse ancora bisogno di ribadirlo) quanto variegata ed ampia sia l’attività svolta delle polizie locali e come gli agenti delle municipali siano la prima forza di sicurezza pubblica.

Questa mattina i comandanti delle polizie locali di Savona, Alassio, Albisola Superiore, Albenga, Loano e Celle Ligure hanno presentato i dati relativi agli interventi effettuati tra il 15 giugno ed il 15 settembre di quest’anno, cioè nel periodo i massima affluenza turistica e quindi di massimo caos sul nostro territorio.

La statistica, come detto, compre una cospicua serie di voci. Alcune fanno riferimento alla sicurezza stradale: come gli incidenti rilevati, che sono stati 255; o le violazioni del codice della strada, che sono state ben 23.238. Altre voci riguardano, invece, fanno riferimento specificatamente alle attività di polizia giudiziaria: nei tre mesi estivi, gli agenti hanno identificato 2.968 persone, hanno effettuato 11 arresti e denunciato a piede libero 151 persone. Inoltre, hanno rilevato 199 casi di abusivismo commerciale, hanno controllato 625 pubblici esercizi ed hanno riscontrato 695 violazioni amministrative diverse. Quest’anno, poi, alla normale attività della municipale si è aggiunta quella relativa alla gestione della macchina della “safety & security” legata agli eventi e alle manifestazioni, così come prescritto dalla circolare Gabrielli.

L’ampiezza di questa attività dimostra ancora una volta come i vigili non siano solo “quelli che fanno le multe” ma si occupino di sicurezza a 360 gradi: “In effetti siamo considerati ancora oggi il fanalino di coda – spiega il comandante della municipale savonese Igor Aloi – Con questo dato aggregato che mette insieme il lavoro di diversi comandi vogliamo dimostrare proprio quale sia l’apporto delle polizie locali in ambito di sicurezza. E soprattutto come la polizia municipale sia la prima forza in campo. Noi cerchiamo di fare del nostro meglio in ogni ambito e nonostante questo la nostra immagine continua a restare attaccata al solito stereotipi. Speriamo che rendere pubblici i numeri del nostro lavoro aiuti a cambiare il volto della polizia locale”.

I numeri sono utili anche capire quale sia il fronte su cui lavorare per cercare di migliorare ulteriormente: “E’ sempre possibile migliorare – conferma Aloi – Come detto, noi cerchiamo di fare sempre del nostro meglio. Questo nonostante i nostri organici, ed in modo particolare quello di Savona, siano sempre più ridotti. I comandi devono far fronte ad una esigenza di sicurezza in crescita con forze e risorse umane sempre più risicate e sempre più ‘vecchie’. Ciononostante cerchiamo di fare il massimo e vorremmo che tutti i cittadini della nostra provincia si rendessero conto di questo”.

Pur trattandosi di una statistica unitaria, scorrendo i numeri è possibile notare come il “contributo” maggiore per quanto riguarda le attività di polizia giudiziaria faccia riferimento alla polizia municipale di Albenga: “In effetti – spiega Enzo Montan, comandante della polizia municipale della città delle Torri – ci distinguiamo per l’attività di polizia giudiziaria e le problematiche che sono presenti sul territorio di Albenga. Ma noi ci teniamo a fare corpo unico insieme agli altri comandi perché il lavoro della polizia municipale, come emerge dai dati forniti oggi, è quantomai importante”.

Specie in questo particolare momento storico in cui gli agenti devono occuparsi anche della gestione della “safety & security” in occasione degli eventi e delle manifestazioni: “Nella statistica – dice ancora Montà – spiccano le diverse centinaia di giornate che ci hanno visti impegnati in tutti i comuni, dai più piccoli ai più grandi, in funzione della circolare Gabrielli”.

Bruno Calcagno, commissario superiore della municipale, aggiunge che “la circolare Gabrielli ha comportato un lavoro notevole in questi mesi estivi. Abbiamo dovuto seguire gli eventi a 360 gradi occupandoci di tutto, dall’organizzazione alla vigilanza alla viabilità”.

Nadia Pontillo, comandante della polizia municipale di Celle Ligure, aggiunge: “Rispetto ad altre realtà, da noi le problematiche di natura giudiziaria sono assai minori. Durante il periodo estivo registriamo qualche problema di viabilità a causa della forte affluenza turistica. Questo soprattutto quest’estate, che è stata caratterizzata da un tempo molto buono. Riusciamo a gestire la sicurezza stradale nel periodo estivo tramite controlli e attività di prevenzione oltre che con la repressione delle violazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.