IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Jujitsu, Open d’Italia per la prima volta in Liguria: un successo l’evento svoltosi a Quiliano foto

Le competizioni sono state precedute dallo stage annuale di aggiornamento per i tecnici

Quiliano. Sabato 4 e domenica 5 novembre Quiliano è diventata la capitale d’Italia del jujitsu. Circa 300 atleti si sono confrontati nelle varie specialità agonistiche della disciplina: Fighting System, Duo System, Duo Show e Ne Waza, per aggiudicarsi l’Open d’Italia 2017. Inoltre, circa 250 tecnici hanno seguito lo stage annuale di aggiornamento, che solitamente si tiene ad Ostia.

Nella serata di sabato 4 novembre si sono svolti gli esami per il passaggio di grado delle cinture nere dal terzo al quinto dan che hanno visto tutti i candidati liguri promossi a pieni voti: Manuela Ferrigno è stata promossa a 3° dan, Stefano Campeggio e Andrea Molinari a 4° dan, mentre Fulvio Scarrone ha ottenuto l’ambito 5° dan.

Per la prima volta ospitato in Liguria, l’evento è stato fortemente voluto dal presidente regionale Fijlkam, Filippo Faranda, che ha affidato l’organizzazione alla maestra Stefania Bavoso, fiduciaria regionale jujitsu e responsabile nazionale arbitri.

La commissione nazionale jujitsu, sotto la guida del presidente Antonio Amorosi, coadiuvato dai maestri Alessandro Ponzio e Mario Dell’Aquila, ha espresso i più vivi complimenti per l’eccellente organizzazione ed i risultati ottenuti.

Il presidente Faranda afferma: “All’alba della mia elezione, in accordo con la mia fiduciaria jujitsu Stefania Bavoso, abbiamo richiesto alla federazione nazionale l’organizzazione dell’Open d’Italia 2017 che non era mai stato assegnato alla Liguria, consapevoli che stavamo mettendo in gioco la nostra reputazione e credibilità, ma era l’unico modo per rilanciare il jujitsu in Liguria. Abbiamo trovato un ambiente favorevole nel Comune di Quiliano che ci ha dato il patrocinio e lo splendido palazzetto dello sport, logisticamente facilmente raggiungibile e con ampi parcheggi e spazi liberi. L’indotto tra atleti, tecnici e accompagnatori è stato di circa mille persone nel Savonese, niente male per un periodo cosiddetto morto come il primo weekend di novembre. Il successo ottenuto ci permette di richiamare altri grandi eventi in regione con evidenti benefici di diffusione dei nostri sport ed anche economici per il nostro territorio per i visitatori legati alle manifestazioni”.

L’edizione 2017 dell’Open d’Italia è stata vinta dallo Zen Club Manduria (Puglia), seguito dallo Dai-ki Dojo (Sicilia) e dal Club La Dolce Arte (Umbria).

Il Lino Team di Genova si è classificato al 7° posto, mentre le altre società liguri che hanno ottenuto risultati significativi sono state la Polisportiva Prati Fornola (9° posto), la Tegliese (10° posto), l’Unione Sportiva Sestri Ponente (12° posto) ed il Sakura Arma di Taggia (13° posto).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.