IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giocattoli per la scuola materna di Bragno: il regalo del Leo Club Valbormida foto

Come ogni anno l'associazione destina infatti numerose donazioni ai più piccoli

Cairo Montenotte. Lo scorso 2 novembre il Leo Club Valbormida ha effettuato la consegna di alcuni giochi alla Scuola Materna V. Picca di Bragno. Come ogni anno l’associazione destina infatti numerose donazioni ai più piccoli ed in particolare alle scuole materne.

Grazie al prezioso aiuto dello staff, i fondi messi a disposizione vengono indirizzati nel materiale ludico-didattico di cui i piccini necessitano maggiormente. Per i soci è sempre un momento emozionante, il presidente Valentina Ferraro e il Vice Presidente Camilla Ferraro, in carica per l’anno sociale 2017/18, approfittano dell’occasione per andare in visita a conoscere i bambini e i progetti pensati per migliorare le attività scolastiche.

“Gli asili della nostra Valle sono un’ importante risorsa per la comunità e decidiamo di sostenerli donando loro ciò di cui hanno più bisogno. L’accoglienza dolcissima e curiosa dei bimbi è così calorosa che sicuramente riceviamo di più di quello che doniamo. Questo è un service voluto e stanziato dal nostro Past President Filippo Ferraro, ma si pensa già ad una nuova collaborazione per l’anno in corso, sempre a supporto delle attività didattiche” spiega Valentina Ferraro.

I bambini hanno dimostrato subito di apprezzare il dono ricevuto dedicando tutta la loro attenzione ai nuovi giochi, iniziando a comprendere come funzionano, sperimentando nuove soluzioni ed elaborando nuovi possibili scenari.

Tutto il personale della Scuola dell’Infanzia V. Picca ha voluto ringraziare il Leo Club Valbormida, sottolineando come i giocattoli siano oggetti di fondamentale importanza per lo sviluppo integrale della persona, capaci di offrire stimoli e di assumere molteplici configurazioni strettamente connesse con lo sviluppo delle potenzialità cognitive, creative e relazionali di ogni bambino.

“In particolare – sottolineano le insegnanti – questi nuovi giocattoli ci permetteranno di allestire nuovi spazi che potranno facilitare un gioco simbolico che abbia possibilità espansive ed aiuti i nostri bimbi a vivere la loro immaginazione, ‘facendo finta’ di essere adulti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.