IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Galtieri vs. Canepa, atto III: “Il suo mandato amministrativo è stato assurdo e inutile per Alassio”

Non si placano i toni nella querelle scatenata dalla nomina di Bozzolo a presidente della Gesco

Più informazioni su

Alassio. “Prendo atto che, come sempre, a precise domande il sindaco uscente Canepa continua a deviare l’attenzione dal punto in oggetto con i continui attestati di stima nei miei confronti. Le sue ultime dichiarazioni sono la conferma di quanto sia stato assurdo ed inutile per la città questo mandato amministrativo, caratterizzato da una giunta che non ha mai fornito una risposta né in consiglio né sui mass media”.

Non si è fatta attendere la controreplica di Angelo Galtieri alle parole con cui ieri il sindaco di Alassio, Enzo Canepa, lo accusava apertamente di “inadeguatezza, impreparazione politica e amministrativa nonché assoluta ignoranza delle più semplici nozioni della lingua italiana”. Picconate figlie dell’attacco che lo stesso Galtieri aveva sferrato contro la decisione di nominare il consulente finanziario Roberto Bozzolo nuovo presidente della Gesco: il capogruppo di “Insieme X” aveva ricordato che sotto la sua gestione la Sca aveva riportato pesanti passivi di bilancio (tanto da indurre Galtieri a etichettarla come “la peggior partecipata nella storia di Alassio), Canepa aveva replicato smentendolo (quei passivi sarebbero stati figli di un riallineamento chiesto dal Comune e non da errori di Bozzolo).

Da qui la decisione di affilare le unghie e affondare contro Galtieri: “L’impressione – aveva tuonato ieri Canepa – è che agisca solo per ostacolare a prescindere, senza mai dimostrare attenzione propositiva per la nostra città. Le sue affermazioni sulla mia persona stimolano solo un sentimento di triste commiserazione nei suoi riguardi”.

Parole che oggi scatenano la controreplica del capogruppo di Insieme X, il quale mette nel mirino tutte le presunte mancanze della giunta Canepa. “Una giunta – scrive Galtieri – che ha collezionato un numero imbarazzante di sconfitte in tutte le sedi di giudizio. Una giunta che non ha risposto con un solo euro per i danni procurati all’Ente. Una giunta che in quasi cinque anni non ha mai fatto un’assunzione o una nomina di tipo meritocratico, ma che ricorre a bandi farlocchi o alchimie amministrative ridicole per incardinare nella struttura elementi organici solo alla maggioranza. Una giunta che sempre in questi cinque anni non è riuscita a emanare un regolamento per la gestione del patrimonio comunale. Una giunta che dall’aprile 2015 ad oggi non ha ancora assegnato gli stalli blu con grave danno alle casse comunali. Una giunta che dal gennaio 2014 non ha ancora bandito l’appalto per l’arredo urbano (sempre con gravi danni alle casse dell’Ente)”.

E ancora: “Una giunta che continua a governare con uno statuto comunale e un regolamento comunale palesemente in conflitto con le leggi dello Stato. Una giunta guidata da quello statista (Canepa, ndr) che aveva raccontato cinque anni fa che guidava una lista civica e che oggi va a piangere dal governatore Toti per non mantenere il suo impegno elettorale, ‘Sono disponibile per un solo mandato’. Una giunta che ha rigettato in meno di cinque anni di consigli oltre 80 mozioni propositive presentate dal gruppo di opposizione Insieme X”.

“Uso naturalmente il termine giunta – precisa Galtieri – poiché il resto della maggioranza in consiglio comunale non ha svolto altro ruolo amministrativo se non quello di arredo della sala consiliare (vedi numero legale, come è facile desumere dai verbali di consiglio). Per una volta non nego che apprezzerei che il sindaco uscente, oltre i suoi attestati di stima nei miei confronti, gentilmente rispondesse all’oggetto dei miei interventi senza deviare come al solito il discorso, possibilmente supportando con documenti le eventuali tesi difensive” conclude.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.