IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, minoranza all’attacco: “Sospesa la conferenza dei capigruppo”

Lo stop alla tradizionale conferenza arriva proprio in vista del Consiglio comunale sulla tassa di soggiorno sostenuta con forza dal sindaco

Finale Ligure. Torna all’attacco del sindaco Ugo Frascherelli la minoranza finalese dopo la decisione di sospendere a tempo indeterminato della conferenza dei capigruppo del parlamentino finalese. “La conferenza è propedeutica e preparatoria ai lavori del Consiglio comunale, in quanto è funzionale sia al calendario dei lavori sia all’ordine degli argomenti da trattare, concorrendo a definire la programmazione ed a stabilire quant’altro risulti utile al proficuo andamento  dell’attività del Consiglio comunale” ricorda l’esponente dell’opposizione finalese Marinella Geremia.

“E’ anche deliberatoria in merito all’organizzazione del Consiglio stesso. Insomma come già accennato sviluppa un contraddittorio propriamente politico e democratico tra le forze della maggioranza e quelle della minoranza”.

“Il sindaco non avendo più i numeri e la persona di riferimento, come ha pensato di procedere? Semplicemente sospendendo la conferenza dei capigruppo”.

“Infatti, – spiega il consigliere di minoranza – il referente della maggioranza Debora Rotelli,  trasferitasi a Milano, non è più in grado di presenziare con la costanza che l’incarico richiede alle sedute dei capigruppo. Chiaramente di dimissioni dell’esponente fuori città manco a parlarne… (ricordiamo tra l’altro che è anche la referente per la maggioranza del Consiglio comunale dei ragazzi..)”.

“Le conseguenze di questa sospensione a causa di quanto sopra elencato quali problematiche comporta? Comporta l’abrogazione del contraddittorio politico tra le fazioni, infatti domenica 26 novembre via whatsapp, la sottoscritta ha appreso insieme agli altri esponenti della minoranza l’intenzione di convocare gli stessi consiglieri per spiegare il lavoro degli ultimi mesi, propedeutico all’approvazione della tassa di soggiorno nel Consiglio comunale del 29 novembre.  Una manovra epocale e pressante che dovrà subire il comparto turistico finalese, liquidata con poche spiegazioni alla minoranza  che non ha tempo per verificare l’indotto (positivo e/o negativo) che potrà produrre la nuova tassa”.

“E’ questo il confronto politico tanto evocato dall’assessore Guzzi che accusa la minoranza di votare contrariamente a priori? Il nostro gruppo chiederà il rinvio dell’approvazione per seminare con più calma la questione” conclude il consigliere Marinella Geremia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.