IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Facce da derby, Pierluigi Ghiraldelli: “La storia parla chiaro, la Sampdoria è, da sempre, davanti ai cugini”

Il preparatore dei portieri dell'Albissola ritiene ,che per esperienza, bravura, fiuto del goal, senso di appartenenza, Fabio Quagliarella possa essere 'l'hombre del partido'

Albisola Superiore.  Blucerchiato sino al midollo, Pierluigi Ghiraldelli, preparatore dei portieri dell’Albissola, fa ricorso alla storia: “Fino da quando è nata, la Sampdoria è, per stile, gioco, passione, forza e tifoseria, da sempre, davanti ai cugini rossoblù… Io ho visto vincere uno scudetto, a loro… lo hanno raccontato”.

Inizia con un sano sfottò – e come non potrebbe essere così – l’intervista all’ex portierone:
“Ringrazio lo zio, che mi trasmise la passione per il Doria, che vidi giocare, per la prima volta in Serie B, contro il Perugia. Mi colpirono i magici colori della maglia, che se non sbaglio… è stata giudicata, in un recente sondaggio, la più bella del mondo…” sorride sotto i baffi…

Può la Sampdoria, in caso di vittoria, ambire ad un traguardo importante, come la qualificazione all’Uefa League?
“E perchè no, mister Giampaolo, vero valore aggiunto della squadra, sta portando avanti, in maniera ottimale, il lavoro di una ottima dirigenza. La squadra piace, diverte ed ha una chiara identità di gioco, sviluppata da player di qualità; un mix, che può risultare decisivo, in una partita di difficile interpretazione, come può essere un derby... in questo caso il più bello del mondo”.

Chi può essere ‘l’hombre del partido’ ?
“Fabio Quagliarella… per esperienza, bravura, fiuto da gol, senso di appartenenza, può essere il grimaldello giusto per aprire la porta del successo; in un match, del genere, non conta essere davanti in classifica o più bravi sulla carta… la superiorità va dimostrata sul campo. La Sampdoria ha tanta qualità, ma anche tanta determinazione, grinta, carattere... spero facciano la differenza”.

Quale derby ti è rimasto, indelebilmente, impresso nella memoria?
“Tutti i derby vinti vengono ricordati e i nostri sono tanti, come non citare le ‘cartoline natalizie’ di Vialli, Mancini, Maggio, Cassano, Lopez, Eder, Muriel….”.

Vuoi raccontarci di qualche aneddoto, scaramanzia pre derby?
“E’ da una settimana che dico che vinceranno loro…”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.