IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Diocesi in lutto per la morte di don Gianpiero Bof, sacerdote e teologo

La cultura savonese piange la scomparsa dell'intellettuale. I funerali saranno celebrati dal vescovo Gero Marino sabato alle 11

Savona. La Diocesi di Savona-Noli, ma anche il mondo della cultura savonese piangono la scomparsa di don Giampiero Bof, 83 anni, scomparso questa mattina nella casa di una delle sue due sorelle, Alba, a Cogoleto. E proprio a Cogoleto il sacerdote era nato il 3 giugno del 1934.

Ordinato, diacono il 29 giugno del 1958 e presbitero il 20 settembre dello stesso anno, fra i primissimi incarichi ebbe quello di insegnante nel seminario vescovile e di viceparroco in san Giovanni Battista a Savona. Negli anni successivi fu in appoggio anche ad altre comunità della diocesi: nel 1960 a Valleggia (vicario cooperatore), nel 1961 a Cogoleto e quindi nel 1965 a Perti (collaboratore). All’inizio del 1967 fu esaminatore sinodale e sempre in quell’anno fu assegnato alla giovane parrocchia di san Paolo nell’Oltreletimbro dove fu vicario sostituto e poi coadiutore.

Dotato di grande personalità, nei primi anni ’70, per incomprensioni con l’allora vescovo Giovanni Battista Parodi, don Giampiero cessò la sua attività di insegnamento nella nostra diocesi. Attività che comunque proseguì proficuamente in altre realtà prestigiose: fu ad esempio docente di storia del pensiero teologico presso l’Istituto di scienze religiose “Italo Mancini” di Urbino. A Savona, comunque, non interruppe mai il suo lavoro di promozione culturale e teologica specie nella comunità di san Raffaele al porto guidata dall’amico don Mario Genta: un percorso di incontri divenuto celebre in città e proseguito per lungo tempo.

Dagli Anni ’80 ci fu un totale riavvicinamento alla Diocesi specie grazie al vescovo Giulio Sanguineti e ai suoi successori, tanto che don Bof andò a ricoprire incarichi molto importanti: fu infatti membro del consiglio presbiterale, delegato diocesano per l’ecumenismo, editorialista de Il Letimbro e, più di recente, guida del Capitolo dei canonici della Cattedrale.

Intellettuale sempre aperto al confronto, don Giampiero è stato fino all’ultimo un grande stimolo per il mondo ecclesiale, ma non solo: da menzionare sono infatti le innumerevoli occasioni di incontro con gli appartenenti ad altre fedi o con i non credenti. Da ricordare, ovviamente, anche le sue numerose pubblicazioni, soprattutto saggi a carattere teologico. Per questa sua attività, per i suoi meriti culturali e di studio, nell’aprile 2002, fu insignito dell’onorificenza di commendatore – ordine al merito della Repubblica italiana. Cantore in gioventù e musicista, celebrò la Messa con i cori diocesani nel Convegno del 31 maggio 2015 in Cattedrale.

I funerali di don Bof, presieduti dal vescovo Calogero Marino, saranno celebrati sabato prossimo 2 dicembre alle 11 nella chiesa di santa Maria Maggiore nella “sua” Cogoleto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.