IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Difesa del suolo: dalla Regione oltre 5 milioni di euro per interventi a Vado, Celle e Villanova

A Vado 4,3 milioni per un intervento sul Segno che verrà realizzato e cofinanziato dall’Autorità Portuale di Sistema del Mar Ligure Occidentale

Regione. Quasi 10 milioni di euro (per la precisione 9,9 milioni) per interventi di messa in sicurezza e difesa del suolo nelle aree della Liguria più esposte a rischio idrogeologico. Sono stati stanziati oggi dalla giunta regionale. Lo comunica il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, insieme agli assessori regionali alla difesa del suolo Giacomo Giampedrone e allo sviluppo economico Edoardo Rixi. La cifra messa a disposizione deriva dalla specifica misura prevista nell’ambito dei fondi Por Fesr 2014-2020 destinati alla mitigazione del rischio idraulico e geologico della regione.

Questi gli interventi previsti in provincia di Savona: nel Comune di Celle Ligure 602 mila euro saranno destinati ad un intervento di sistemazione del rio Santa Brigida finalizzato alla mitigazione del rischio idraulico nel tratto di competenza comunale; nel Comune di Villanova d’Albenga 504 mila euro serviranno a finanziera i lavori di sistemazione idraulica del torrente Arroscia per la messa in sicurezza del centro abitato, dell’aeroporto Panero e delle attività produttive e a Vado Ligure 4,3 milioni di euro per l’intervento sul torrente Segno che verrà realizzato e cofinanziato dall’Autorità Portuale di Sistema del Mar Ligure Occidentale nell’ambito dell’accordo di programma per la realizzazione del terminal multiporpose.

“Si tratta di opere – spiega il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – che si vanno ad aggiungere ai 5,4 milioni di euro di fondi Por Fesr già stanziati nel dicembre 2016 per altri. Segno della grande attenzione di questa giunta su un tema estremamente delicato e importante come la difesa del suolo”.

“Complessivamente i 15,4 milioni di finanziamenti regionali derivanti dal Por Fesr attivano oltre 29 milioni di euro considerati i cofinanziamenti degli Enti locali – aggiunge l’assessore regionale alla difesa del suolo Giacomo Giampedrone – Per complessivi 40 milioni di euro di risorse attivate da Regione Liguria negli ultimi 12 mesi per la messa in sicurezza del territorio, tenendo conto anche dei 21,5 milioni di euro del fondo di solidarietà della Ue e dei finanziamenti concessi dal ministero dell’ambiente per quattro fronti di frana a Ospedaletti, Propata, Zoagli e Calice Ligure che fanno salire l’investimento complessivo a 60 milioni di euro, considerati i cofinanziamenti. Una cifra molto importante per la messa in sicurezza del territorio”.

“Risorse molto importanti – conclude l’assessore regionale allo sviluppo economico Edoardo Rixi – che abbiamo voluto destinare attraverso i Por Fers per mettere in sicurezza aree portuali strategiche, come quelle di Vado Ligure, produttive e i tessuti urbani, andando incontro alle esigenze di Comuni, imprese e cittadini. La sicurezza del nostro territorio è una priorità e una condizione di partenza irrinunciabile per lo sviluppo economico della nostra regione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.