IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, l’amministrazione comunale a confronto con i residenti di San Giuseppe

In programma interventi per garantire più sicurezza: oltre a illuminazione e telecamere i cittadini chiedono un dissuasore di velocità

Cairo Montenotte. Migliorie all’impianto idraulico del sottopasso ferroviario (troppo spesso interessato da allagamenti), pulizia del tratto del fiume Bormida in località Curagnata, potenziamento dell’illuminazione pubblica, telecamere nei pressi della stazione e mantenimento del plesso scolastico: questi i temi trattati ieri sera dal sindaco Paolo Lambertini durante l’incontro con i residenti di San Giuseppe. Si è infatti tenuta la terza tappa dell’iniziativa “a tu per tu”, che prevede il tour dell’amministrazione comunale nelle frazioni cairesi, per parlare con i cittadini e accogliere istanze, critiche e consigli.

Dopo gli argomenti enunciati dal sindaco, che sono quelli portati all’attenzione dei sangiuseppesi già durante la campagna elettorale, si è aperto il dibattito e due sono state le richieste più significative dei presenti. La prima in merito all’apertura dell’area giochi, ad oggi accessibile solo dalle 14 alle 18 a seguito di una convenzione con la passata amministrazione. Per ragioni di decoro urbano e sicurezza, si era deciso di aprire i giardinetti soltanto nelle ore pomeridiane, grazie al supporto di un volontario, nonchè responsabile del Cral, che si occupa tuttora di garantire la pulizia dell’area. Come ha sottolineato lo stesso Lambertini, “è importante che nelle frazioni ci sia un supporto di alcune persone che possano creare una sorta di comitato cittadino per interagire con l’amministrazione. Quello dello spazio per i bambini è uno dei temi che vanno affrontati tra residenti, per far sì che eventuali volontari si facciano carico dell’apertura anche in orari diversi da quelli attuali”.

Sul piano della sicurezza, invece, è emerso il timore dei pedoni lungo via Indipendenza, ossia nel tratto iniziale, fino alla stazione, della San Giuseppe-Cengio. Alcuni cittadini hanno infatti richiesto un dissuasore della velocità e l’amministrazione comunale porterà l’istanza all’attenzione della Provincia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.