IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Anche Cairo si mobilita contro la violenza sulle donne con numerose iniziative

Domani presidio del circolo Pd, marcia del Telefono Donna e inaugurazione dell'artistica "panchina rossa" a cura dell'amministrazione comunale

Cairo Montenotte. “Insieme possiamo dire basta”. Anche a Cairo il 25 novembre diventa una giornata significativa, in cui si riflette e si sensibilizza contro la violenza sulle donne.

Ecco le iniziative in programma: alle 16.30 ritrovo a Porta Soprana per la marcia “In cammino contro la violenza” promossa da Telefono Donna. Alle 17.30 verrà inaugurata la “panchina rossa” in piazza della Vittoria, simbolo del percorso di sensibilizzazione verso il femminicidio e la violenza sulle donne, dipinta dall’artista Marchetti. A tal proposito, il sindaco Paolo Lambertini sottolinea che la “panchina rossa” sarà solo la prima ad essere abbellita: è infatti in programma l’iniziativa di affidare altri arredi della piazza principale della città ad altri artisti che allestiranno così una sorta di museo urbano visibile ogni giorni da tutti.

Dal circolo PD cairese, invece, viene organizzato un presidio in piazza Stallani dalle 10 alle 12 per dire “basta” a qualsiasi forma di violenza fisica, sessuale o psicologica nei confronti delle donne. “Purtroppo è un fenomeno in crescita non soltanto in Italia ma anche nel resto del mondo e rappresenta una tra le violazioni dei diritti umani più diffusa. In Italia e nel mondo subisce violenza, mediamente, una donna su tre dai 15 anni in su e ciò può accadere ovunque: dentro le mura domestiche, sul posto di lavoro, per strada. La giornata costituisce una data importante per ricordare a tutti che il rispetto è alla base di ogni rapporto e che non possiamo continuare a veder crescere il numero di donne che subiscono violenze. L’ evento da noi organizzato ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione, di far conoscere e far arrivare al maggior numero possibile di donne il messaggio che non sono sole, che devono denunciare qualsiasi tipo di violenza perché esistono enti e associazioni preposte che possono aiutarle”, sottolineano dal circolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.