IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, la maggioranza si compatta intorno all’assessore Allaria: “No alle dimissioni richieste dalla minoranza”

"L'assessore ha avviato il giusto iter per recuperare lo scoperto e l'evaso della tassa, in base al principio ‘Si paga tutti, si paga meno'"

Più informazioni su

Albenga. Non si placano le polemiche sulla querelle relativa agli accertamenti Tar ad Albenga. Una problematica di livello nazionale, che all’ombra delle torri è esplosa ieri sera, in consiglio comunale, al termine del quale i consiglieri di Forza Italia Eraldo Ciangherotti e Ginetta Perrone e di Lega Nord Rosy Guarnieri e Cristina Porro hanno chiesto all’assessore al Bilancio Paola Allaria di “ascoltare il sussulto della coscienza e dimettersi”.

La dura risposta della maggioranza, che porta la firma del gruppo PD, di Per Albenga e di Voce alla Gente Più, non si è fatta attendere.

“La richiesta di dimissioni dell’assessore Allaria sono ridicole, oltre che vergognose, – hanno dichiarato compatti gli esponenti di maggioranza. – Si vuol far credere ai cittadini che sia l’assessore a decidere se si debba applicare il cumulo materiale o il cumulo giuridico piuttosto che quali siano le superfici misurabili. Pura demagogia”.

“Nel consiglio comunale di ieri l’assessore e il sindaco non hanno fatto certo una retromarcia, ma un passo avanti. Con grande senso di responsabilità si è deciso di verificare con l’ausilio di un esperto quali siano i criteri applicativi di questa tassa. L’assessore Allaria ha semplicemente fatto il suo lavoro, cioè nell’interesse dell’ente che rappresenta, avviando il giusto iter per recuperare lo scoperto e l’evaso della tassa, in base al principio ‘Si paga tutti, si paga meno’”.

La maggioranza, poi, non ha risparmiato un attacco diretto alla minoranza e, più nello specifico, alla gestione della tari portata avanti dall’ex giunta Guarnieri.

“Questa procedura è quella che non fece l’amministrazione targata Guarnieri, Porro, Ciangherotti, che per meri calcoli elettorali, o forse inerzia o incapacità, aveva scelto di non intervenire. Si rassegnino questi signori: Albenga ha avuto già prova della loro incapacità amministrativa. Ieri sera si è invece visto il contrario: su impulso dei tre gruppi consiliari, compreso quello di Voce alla Gente Più di cui l’assessore Allaria fa parte, si è cercato di trovare la miglior strada condivisa per far chiarezza sulla materia”.

“In politica non tutti sono in grado di fermarsi e valutare: strumentalizzare ogni questione forse fa ottenere un consenso immediato: il centrodestra è campione. Ma il compito di una buona amministrazione è quello di ascoltare e dare risposte ai cittadini: proprio quello che ieri sindaco e assessore hanno fatto”, hanno concluso dalla maggioranza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.