IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Accertamenti Tari, la Lega Nord di Albenga risponde all’assessore Allaria e alla maggioranza

Guarnieri e Porro: “La giunta era talmente sicura di aver ben operato, che ha costretto municipale e carabinieri a vigilare sul consiglio”

Albenga. “L’assessore Allaria, presa dalla frenesia di dimostrare che è la più bella e la più brava, ha ordinato al dirigente di fare un censimento massivo di tutte le utenze non domestiche: ben 4mila partite Iva. Il dirigente, obbligato, ha aggiudicato il servizio ad una ditta esterna. Sarebbe stato di poco conto se l’assessore si fosse messa a lavorare sull’argomento per recuperare la tassa dovuta e non mandare in rovina, con sanzioni piene del 150 per cento, per 5 anni, le aziende”.

È questa la nuova, dura presa di posizione della sezione albenganese della Lega Nord. All’ombra delle torri albenganesi, infatti, non accennano a placarsi le polemiche relative agli accertamenti Tari. Dopo gli attacchi della minoranza e la replica della maggioranza, che ha difeso a spada tratta l’operato dell’assessore al Bilancio Paola Allaria, la Lega Nord è tornata all’attacco, per voce di Rosy Guarnieri e Cristina Porro.

“Purtroppo Allaria non ha meditato ed oggi è costretta a difendere da sola il suo operato: smentita anche dal sindaco che ha ordinato la nomina di un esperto per districare la matassa Allaria, – hanno affermato i consiglieri leghisti. È veramente singolare che, dopo quattro anni, ogni volta che starnutiscono accusano la precedente amministrazione di aver lasciato microbi nei cassetti. Nel caso di specie ci accusano di non averlo fatto noi per timore di perdere consensi elettorali. Ma si dimenticano del fatto che la sentenza della commissione tributaria Sicilia, che per la prima volta dice che sono illegittimi gli atti che applicano sanzioni piene per tutti gli anni di tassa, risale al 2013. Viene spontanea una domanda: perché l’assessore Allaria, a suo dire tanto capace, non ha tenuto conto di ciò?”.

“Anche il capogruppo del Pd, oltre all’opposizione tutta, con la presentazione di una mozione ha chiesto ad Allaria l’esclusione delle sanzioni, – hanno aggiunto dalla Lega. La tassa rifiuti, come le altre tasse, deve essere pagata da tutti ma deve essere sostenibile. Diversamente aumenta l’evasione. Le sanzioni e gli interessi sono tutt’altra cosa. Una cattiva applicazione delle sanzioni ancor peggio. Assessore Allaria prenda coscienza di quanto ha pasticciato e, se proprio non vuole togliere il disturbo, chieda almeno scusa a tutti coloro ai quali sono stati notificati atti di accertamenti da salasso. Un po’ di umiltà non le farebbe male”.

I consiglieri leghisti, inoltre, hanno puntato il dito anche contro la scelta della giunta di chiedere alla forze dell’ordine di “presidiare” il consiglio comunale di lunedì.

“L’amministrazione era talmente sicura di aver ben operato, che ha tenuto una pattuglia della municipale e una dei carabinieri nella sala adiacente per tutta la durata del consiglio comunale. Ogni notte avvengono furti, soprattutto nella frazioni. Forse sarebbe stato meglio permettergli dio presidiare il territorio, ma magari la giunta aveva paura della rabbia dei cittadini colpiti dagli accertamenti Tari”, hanno concluso Guarnieri e Porro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.