IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Villanova d’Albenga, raccolta fondi per realizzare la statua della “donna delle violette” foto

Dovrà diventare il simbolo del paese

Villanova d’Albenga. Il futuro di un paese è legato al suo passato. E a Villanova d’Albenga questo è molto chiaro. Tanto che da circa un anno è nato il Comitato “La donna delle Violette”, il cui scopo principale è quello di rendere tangibile e perenne un simbolo del passato del paese, facendo fondere in bronzo la statua creata dall’artista Flavio Furlani.

L’opera ritrae proprio una donna di altri tempi, una di quelle che si recava nei campi dove venivano coltivate le violette, prodotto d’eccezione che da qui arrivata in tutta Europa. Ma non solo, le violette potevano essere trasformate in gustosi manicaretti che finivano sulle tavole locali, oltre che essere impiegate nei più svariati campi.

“Abbiamo raccolto metà di quanto servirebbe per completare quello che ci siamo prefissi – dicono dal comitato villanovese – ma qualcosa manca ancora. Il Comitato sta organizzando un incontro volto alla raccolta fondi, ma che avrà anche lo scopo di ricordare due illustri concittadini che ci hanno lasciato troppo presto”.

Nel corso dell’appuntamento, che si terrà presso il Salone dell’Unione Sportiva Villanovese, il 22 ottobre con inizio alle ore 14,30, verrà intitolato un locale della biblioteca comunale ai fratelli Luciano e Marisa Siffredi, che tanto hanno fatto per la comunità villanovese, per mantenere viva la tradizione e la storia locale. Nell’occasione saranno proiettate alcune foto che erano state raccolte da Luciano, e che, insieme ad altre, hanno dato vita ad un cd che sarà venduto a cura del comitato.

“Invitiamo tutti per questa importante occasione, che ci permetterà di ricordare due amici che non ci sono più, e per continuare a lavorare per lasciare a Villanova d’Albenga una scultura di un illustre villanovese qual’è Flavio Furlani, per non dimenticare da dove arriviamo”, sottolineano i rapresentanti del Comitato.

Il programma della manifestazione prevede prima la proiezione di filmati e foto storiche, poi l’inaugurazione della sala della biblioteca comunale ai fratelli Siffredi preceduta da un discorso di Maria Grazia Timo, direttore della biblioteca, delle autorità comunali e del presidente del Comitato “La Donna delle Violette”. Al termine merenda con le castagne.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.