IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Carcare il primo convegno “Valbormida e Sanità – L’anziano fragile” foto

E' intervenuto anche l'assessore regionale alla sanità Sonia Viale

Più informazioni su

Carcare. Sabato scorso, al liceo “San Giuseppe Calasanzio” di Carcare, si è svolto il primo Convegno “Valbormida e Sanità – L’anziano fragile: percorso assistenziale integrato dall’ospedale al territorio”.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il resoconto dei promotori dell’iniziativa:

Organizzare un congresso significa metterci un po’ l’anima ed io ho concepito questo evento come un’occasione per raccogliere, con pari dignità, tanti professionisti sanitari di estrazione diversa intorno ad un argomento di scottante attualità, dal momento che la popolazione anziana è in continuo aumento. L’obiettivo del convegno è stato dichiaratamente quello di favorire un confronto tra tanti addetti ai lavori che portasse non solo ad un reciproco arricchimento professionale, ma che, soprattutto, portasse a produrre tutti insieme proposte cliniche, terapeutiche e sociali, per creare un progetto condiviso, organico ed articolato. Alla cerimonia di apertura hanno partecipato molte autorità civili, religiose e sanitarie e tutte hanno colto lo spirito del congresso e ne hanno sottolineato l’importanza assistenziale e sociale. E’ cortesemente intervenuta anche l’Assessore Regionale della Sanità, Dottoressa Sonia Viale, che ha portato i saluti della Regione Liguria, ha esposto i principali punti programmatici del nuovo piano socio-sanitario, ha espresso apprezzamento ed interesse per il convegno e mi ha incaricato di farmi portavoce presso di Lei delle proposte operative raccolte nel corso della tavola rotonda finale intitolata “percorso assistenziale ideale dell’anziano fragile dal territorio all’ospedale e ritorno”. La parte tecnica del convegno si è svolta in un clima sereno ma molto partecipato e condiviso: massimo è stato l’impegno dei relatori e dei moderatori nello svolgimento della parte espositiva, massima è stata l’attenzione e l’interazione da parte dell’uditorio. La prima sessione è stata dedicata alla disabilità neuro-psichica, la seconda alla disabilità motoria. Nella terza è stato preso in considerazione l’anziano fragile dal punto di vista cardiologico, vascolare e pneumologico. La quarta sessione è stata dedicata alla dimostrazione pratica sull’utilizzo della tecnica ecotomografica da parte di un radiologo, di un chirurgo vascolare e di un cardiologo. L’ultima sessione è stata interamente occupata dalla tavola rotonda finale, durante la quale sono state raccolte numerose proposte, le più condivise delle quali verranno sottoposte all’attenzione dell’Assessorato della Sanità Regionale. Nel corso dell’evento i partecipanti hanno espresso parole di apprezzamento per il programma scientifico, l’organizzazione, lo svolgimento e l’atmosfera, molto professionale ma informale, del congresso. Ho iniziato a lavorare a questo progetto ad aprile, sacrificando il mio tempo libero, ma, visti i risultati, ne è valsa la pena!
Vi ringrazio per l’attenzione.
Fabio Bracco

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.