IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Schianto mortale a Villanova: assolto il conducente di un camion

Nel tragico incidente era morto un ragazzo di 17 anni che viaggiava in sella ad una moto

Villanova d’Albenga. Nell’agosto del 2005, in un tragico incidente sulla strada che collega Garlenda a Villanova d’Albenga, aveva perso la vita un diciassettenne, Giovanni Cortis (originario di Moncalieri ma che da poco più di un anno si era trasferito con la famiglia a Villanova d’Albenga), che viaggiava in sella ad una moto e si era scontrato frontalmente con un’auto che procedeva nella direzione opposta.

Una tragedia per la quale era finito a giudizio per omicidio colposo il conducente di un camion, R.M., di Genova, che, secondo una prima ricostruzione della dinamica dello schianto, aveva provocato l’incidente facendo manovra per immettersi sulla strada principale. Un’accusa che, dopo un processo durato moltissimi anni, questa mattina è caduta. L’autista del camion è stato infatti assolto perché il fatto non sussiste (le motivazioni della decisione saranno note tra 90 giorni).

La perizia richiesta dal giudice (visto che le testimonianze sull’incidente erano troppo discordanti tra loro) ed eseguita dall’ingegner Sartini ha infatti escluso che il camion fosse in mezzo alla strada quando la moto si è scontrata con la vettura che procedeva nella direzione opposta, una Renault Megane Scenic. Secondo i calcoli matematici sulle velocità e dall’analisi della posizione dei mezzi, il perito ha concluso che se il mezzo guidato da R.M. stesse occupando la carreggiata si sarebbe scontrato con la Fiat Multipla che era appena stata superata dal ragazzo e che, purtroppo, lo aveva travolto dopo l’impatto tra la moto e la vettura proveniente dal senso opposto.

Non è stato invece escluso che Giovanni Cortis, in rientro da un sorpasso, possa aver visto il camion fare manovra e, pensando che potesse immettersi nella strada, abbia allargato la traiettoria finendo per perdere il controllo della due ruote e scivolando nella corsia opposta dove stava arrivando la Scenic che non aveva potuto fare nulla per evitare il terribile impatto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.