IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Savona sbriga il compitino: 2 reti alla modesta Argentina e primo posto solitario risultati fotogallery

Dopo un primo tempo a reti inviolate ci pensa Gomes con una doppietta

Savona. Così come sette giorni fa con la Rignanese, il Savona ha impiegato un tempo e poco più per sbloccarsi e vincere. Nella prima frazione, infatti, i biancoblù non sono riusciti a mettere sotto l’Argentina, squadra ampiamente ridimensionata rispetto allo scorso anno e che faticherà per salvarsi.

Nella ripresa gli Striscioni hanno giocato un’ottima mezz’ora, nella quale Gomes ha finalizzato due volte in rete e ha colpito una traversa. Nel finale di gara i padroni di casa hanno reso meno pesante il passivo, segnando il 2 a 1.

La partita. L’Argentina, condotta da Eupremio Carruezzo ed Augusto Podestà, scende in campo con Trucco, Eugeni, Esposito, Moro, Sonnini, Fiuzzi, Perpignano, Luci, Castagna, Miceli, Vitiello. A disposizione ci sono Pronesti, Piantoni, Berni, Piras, Aretuso, Salvador, Dominici, Ginatta, Carletti.

Luca Tabbiani presenta il Savona con Bellussi, Vinasi, Grani, Cardini, Vittiglio, Cammaroto, Tognoni, Bacigalupo, Gomes, Mair, Gallo. Le riserve sono Bonavia, Bruzzone, Venneri, Massa, Favorito, Fofana, Cioce, Lumbombo, Anselmo.

La partita è diretta da Marco Tedesco (Pisa), coadiuvato da Andrea Ammannati (Pisa) e Francesco Guarino (Novara). La capienza dello Sclavi è limitata a 199 posti.

Il terreno armese, dalle piccole dimensioni, non è mai stato gradito ai biancoblù, che in passato vi hanno ottenuto due pareggi e due sconfitte. Tabbiani vuole sfatare il tabù e presenta lo stesso undici che ha battuto la Rignanese.

Il Savona parte forte. Al 2° Tognoni riceve in buona posizione, si gira e tira ma Trucco respinge. L’Argentina, che nel riscaldamento ha dovuto fare i conti con l’infortunio di Mannella, sostituito da Sonnini, al 12° perde anche Moro. Il centrocampista si fa male dopo un contatto con Cardini, resta in campo un paio di minuti ma poi deve lasciare il posto a Piras.

I rossoneri comunque non stanno a guardare: al 14° malinteso difensivo dei savonesi, palla da Castagna a Miceli, il suo diagonale si spegne a lato. Al 17° ci prova Mair: Bellussi non si fa sorprendere.

Con il passare dei minuti gli Striscioni provano ad aumentare la loro pressione. Al 26° cross da destra di Tognoni, girata di testa di Gomes, Trucco para facilmente; un paio di minuti Bacigalupo avanza a centrocampo, palla a Tognioni, missile che termina alto di un metro.

Al 37° punizione per l’Argentina dall’angolo sinistro dell’area di rigore: la calcia Miceli, palla di poco alta sulla traversa. Dopo uno scampolo di partita povero di azioni da rete, nel finale di tempo il Savona si rifà vivo nella metà campo locale: prima guadagna un corner per un tiro di Mair ribattuto, poi conclude a rete con Gomes che non trova lo specchio della porta. Dopo due minuti di recupero si va al riposo sul risultato di 0 a 0.

Nel secondo tempo il Savona prova a premere con più decisione. Vinasi scocca subito il tiro: a lato. Al 6° ci prova Tognoni, ma nemmeno lui centra lo specchio della porta. I biancoblù guadagnano due angoli nel giro di pochi minuti. Sul secondo, calciato da Mair, c’è il colpo di testa vincente di Gomes che infila la sfera nell’angolo alla destra di Trucco. All’8° i biancoblù sono in vantaggio.

Poco dopo, sugli sviluppi di un nuovo angolo, Mair manda la palla di poco alta sopra la traversa. Al 14° l’Argentina va vicina al pareggio: la conclusione di Castagna si stampa sulla traversa.

Al 20° entra Dominici per Miceli: un attaccante per un centrocampista; al 22° dentro Berni per Perpignano. Il Savona pone fine al buon momento dei locali e torna all’attacco, ma il tiro di Gomes non trova la porta.

Al 25° la squadra ospite chiude i conti: lancio in profondità di Grani per Gomes che al limite dell’area controlla e con un piatto forte e preciso raddoppia. L’Argentina si getta in avanti, gli Striscioni ne approfittano: un tiro di Tognoni viene intercettato in presa da Trucco.

Al 28° Tabbiani inserisce Anselmo al posto di Tognoni. Al 31° Gomes sfiora la tripletta personale ma, a tu per tu col portiere, sceglie la potenza anziché la precisione e colpisce la traversa. Un paio di minuti dopo Trucco si oppone al tiro di Mair.

Al 32° i locali avevano completato i cambi con Salvador al posto di Esposito. Al 35° entra Fofana, esce Bacigalupo. Al 37° reciproche scorrettezze tra Cardini e Castagna: cartellino giallo per entrambi.

Al 39° c’è spazio per Lumbombo che prende il posto di Mair. Al 41° dentro Ginatta per Luci tra i locali e Massa per Gomes tra gli ospiti. Al 42° punizione dal limite dell’area in favore dell’Argentina: lo schema libera Berni al tiro, grande parata di Bellussi. 44° ammonito Piras per un fallo su Gallo; poco dopo è Cammaroto a guadagnarsi il giallo.

Nel primo minuto di recupero gli armesi, su azione d’angolo, accorciano le distanze con un colpo di testa di Sonnini. Poi ancora due ammoniti: Vinasi e Fiuzzi.

Dopo cinque minuti di recupero si spengono le speranze dei pur generosi padroni di casa. Il Savona vince 2 a 1.

I biancoblù, nell’attesa del recupero tra Scandicci e Seravezza Pozzi, sospesa per infortunio all’arbitro, dopo 2 turni sono solitari al comando, avendo sfruttato al massimo il doppio turno favorevole con le modeste Rignanese ed Argentina. Domenica 17 settembre al Bacigalupo arriverà l’ambiziosa Massese e si capirà meglio il vero valore della squadra del presidente Cavaliere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.