IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una rete di Cargiolli piega il Sanremo: Albissola, grande gioia al Faraggiana risultati foto

Primo successo in Serie D nella storia della società biancoazzurra: tribuna tutta esaurita ed entusiasmo alle stelle

Albissola Marina. L’Albissola ha vissuto un’altra giornata memorabile. Alla prima partita casalinga in Serie D, che ha potuto giocare sul campo di casa grazie ad una deroga ottenuta in extremis, la matricola era chiamata ad ospitare l’Unione Sanremo, squadra costruita per vincere il campionato.

La formazione albissolese non solo si è dimostrata all’altezza della situazione, ma ha addirittura fatto bottino pieno, battendo i matuziani 1 a 0. Il gol vittoria è stato realizzato al 33° del primo tempo da Cargiolli, uno degli artefici della promozione dello scorso anno, oggi grande protagonista dell’incontro, non solo per la rete. Un gol arrivato in una prima frazione di gara nella quale i ceramisti hanno a lungo tenuto in scacco gli avversari, spingendo alla ricerca della rete e costruendo numerose buone azioni.

L’Unione Sanremo ha mostrato che se manca l’amalgama i grossi nomi non bastano: i matuziani hanno offerto una prestazione scialba sul piano del gioco e la difesa dell’Albissola è stata brava a frenare le loro iniziative, anche nel secondo tempo, quando la pressione ospite è aumentata.

La cronaca. Fabio Fossati schiera Caruso, Pasquino, Gulli, Sancinito, Colombo, Gargiulo, Coccolo, Cambiaso, Piacentini, Papi, Cargiolli. In panchina siedono Gianrossi, Corbelli, Olivieri, Molinari, Ottonello, Mancini, Minutoli, Figone, Bennati.

L’Unione Sanremo allenata da Leo Andrian, con Giancarlo Calabria squalificato in tribuna, gioca con Radaelli, Barka, Cacciatore, Castaldo, Colantonio, Lo Bosco, Lauria, Gagliardi, Anzaghi, Taddei, Falomi. A disposizione ci sono Gavellotti, Bertora, Bregliano, Scappatura, Di Fabrizio, Costantini, Negro, Tobaldo, Scalzi.

Il direttore di gara è Fabiano Simone della sezione di Bologna, affiancato da Marco Lencioni (Lucca) ed Andrea Donato (Pistoia). Il Faraggiana è praticamente tutto esaurito: sono pieni i 348 posti disponibili in tribuna e i 48 riservati agli ospiti.

I padroni di casa partono senza timori. Il primo tentativo è di Gulli, il cui tiro si spegne a lato. L’Albissola guadagna due calci d’angolo consecutivi; sul secondo, battuto da Sancinito, il colpo di testa di Cargiolli sfiora il palo. La risposta degli ospiti è in un tiro di Taddei che Caruso para agevolmente.

I ceramisti continuano a spingere. Al 16° Sancinito scocca una punizione dalla distanza: Radaelli respinge in tuffo. Poco dopo il portiere ospite è chiamato alla parata su una deviazione di Cargiolli.

Il Sanremo si fa vivo al 20°: Gagliardi in contropiede lancia Lo Bosco la cui conclusione viene respinta, poi Colantonio serve Lauria che in girata conclude fuori. Ancora più pericolosa l’Albissola: nuovo tiro dalla bandierina, tocco di Piacentini e palla a lato.

Al 33° ci prova Sancinito: a lato. È il preludio al gol: conclusione di Sancinito, respinta di Radaelli, Cargiolli, bravo a seguire l’azione sulla sinistra, è ben appostato e la butta dentro. Albissola in vantaggio. Nell’occasione l’autore del gol, spinto da un avversario, prende una botta contro il palo; riesce comunque a proseguire la partita.

Al 38° viene ammonito Cacciatore. Al 40° Gagliardi si tuffa in area: cartellino giallo per simulazione. L’arbitro recupera un minuto; a metà gara la squadra di mister Fossati è in vantaggio 1 a 0.

In avvio di ripresa l’Albissola è chiamata a stringere i denti per contenere la decisa reazione ospite. Al 2° va al tiro Gagliardi ma non ha buona mira. Al 4° il primo cambio: Scalzi per Colantonio. Poi ci prova ancora Gagliardi: palla ancora fuori.

L’Unione Sanremo calcia due angoli in rapida successione, ma Caruso non corre grossi pericoli. Falomi conclude a rete ma manda a lato. I ceramisti per due volte ripartono in contropiede con Cargiolli; nella prima va in fuorigioco, nella seconda viene fermato dal portiere.

Al 10° seconda sostituzione tra i matuziani: Costantini per Lo Bosco. L’Albissola, che ha un poco arretrato il baricentro per difendere il risultato, tiene bene il campo e frena gli attacchi rivali. Al 14° cartellino giallo per Sancinito; stessa sorte un paio di minuti dopo per Scalzi.

Al 26° il Sanremo si porta in vantaggio nel computo dei corner, quattro a tre, ma non riesce a concretizzare. Dopo un tiro di Scalzi respinto dalla difesa, al 31° Fossati effettua il primo cambio: Corbelli per Piacentini.

Al 35° va al tiro Anzaghi: Caruso non si fa sorprendere dall’insidioso diagonale e devia in angolo. Un paio di minuti dopo una mischia in area albissolese termina con la palla depositata in rete da Castaldo, ma l’azione viene giudicata irregolare per fuorigioco. I matuziani protestano.

Al 38° Costantini allunga l’elenco degli ammoniti. Al 40° dentro Bennati per Coccolo. L’Unione Sanremo chiude all’attacco, ma l’Albissola, con la solida difesa a cinque, regge e crea ancora un pericoloso contropiede grazie allo scatenato Cargiolli.

Si giocano tre minuti di recupero. Lo stesso Cargiolli, generoso fino all’ultimo, viene ammonito; nel terzo minuto di recupero chiama Radaelli ad una nuova respinta. È l’ultima nota di cronaca: l’Albissola esce tra gli applausi e festeggia la prima storica vittoria in Serie D. Due partite, quattro punti: ottimo inizio di campionato per la neopromossa.

Domenica 10 settembre i biancoazzurri giocheranno in trasferta, ma non lontano da casa: saranno ospiti del Ligorna di mister Monteforte, l’allenatore con cui pochi mesi fa conquistarono la promozione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.