IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La grande festa della Cantera Torre de Leon è in arrivo

Appuntamento per la serata di venerdì 15 settembre

Oramai  siamo agli sgoccioli, perché manca sempre meno al tradizionale evento che tutti gli afecionados di calcio giovanile stanno aspettando. La straordinaria serata di gala si svolgerà per il terzo anno consecutivo presso il Ristoro Camilia sito a San Pietro di Carpignano a Quiliano venerdì 15 settembre a partire dalle 20 e avrà anche uno scopo benefico visto che parte del ricavato sarà devoluto come consuetudine del sodalizio biancorosso in beneficenza.

Nel corso della manifestazione verranno premiati alcuni tra i migliori dei vari prescelti, da parte di personaggi di spicco del firmamento del pallone. Con la splendida cornice del Parco Archeologico a far da sfondo, verrà servito un fantastico apericena in musica nel corso del quale verranno ricordati tutti coloro che con impegno, senso di appartenenza ed attaccamento ai colori sociali hanno consentito quella inimmaginabile cavalcata che ha fatto ancora una volta trionfare in ambito europeo l’eccellenza dei vivai ponentini e non solo, visto i contributi sportivi che sono pervenuti sia da fuori provincia che da fuori regione.

L’ambiente intero è raggiante per i lusinghieri risultati ottenuti anche in questa stagione (rasentato per un soffio l’ennesimo en plein) e vuole suggellare il bellissimo momento che l’associazione sta vivendo attraverso le parole del portavoce ufficiale: “Il bilancio dell’annata ancora una volta è estremamente positivo, prova ne è che il responsabile tecnico dott. Felicino Vaniglia (recente vincitore di ben due titoli nazionali) è stato riconfermato con voto ad unanimità da parte dei componenti dell’assemblea straordinaria riunitasi il 4 agosto, sia per le sue indiscusse capacità calcistiche (che non abbiamo certo scoperto noi e che non necessitano di verifiche) sia per lo spessore umano e formativo che lo contraddistingue. Voglio ringraziarlo a nome del direttivo unitamente a tutti i componenti degli qualificati staff di cui ha saputo circondarsi, per essere riuscito a centrare con merito gli obiettivi che ci eravamo riproposti di perseguire. Abbiamo sfiorato la vittoria della Santa Susana Cup (secondo posto dopo i rigori con gli allievi 2001), conquistato un più che lusinghiero terzo posto con gli Juniores ed infine trionfato nella Copa Catalunya con i 2000 e nella Spain Trophj con il doblete della categoria 2002 (che rappresenta il nostro futuro visto che i 2 team iscritti sono approdati entrambi alla finalissima). Diversi dei talenti selezionati si sono inoltre già inseriti o stanno per farlo in organici di caratura professionistica”.

“Nei primi di settembre siamo volati a Barcellona  per ritirare la ‘Pergamena di benemerenza’, il prestigioso riconoscimento che dopo l’Estrella Dorada testimonia la stima e l’affetto che ci viene attribuito dalla Federazione Catalana. Questo gran galà 2017 de la Cantera Torre de Leon La Fortezza Savona sarà proprio ‘speciale’ in quanto non sarà riservato solo ai giovani calciatori (leve dal 1997 al 2003) che hanno fatto parte delle vincenti spedizioni che in questi ultimi 6 anni hanno disputato le competizioni di livello internazionale svoltesi in Catalunya raccogliendo, ricordiamo, 14 primi posti, due secondi e tre terzi su 19 partecipazioni, ma verrà allargato anche ai partecipanti delle attività Libertas che nascono a seguito dell’instancabile e dinamica iniziativa del presidente regionale Roberto Pizzorno. Saranno presenti pertanto gli atleti e dirigenti che hanno partecipato con successo alle finali nazionali Libertas in programma nei giorni 8, 9 e 10 settembre a Cervia (due ori nelle categorie calcio a 5 e a 7) nonchè ai tornei Con la testa nel pallone, 1° Coppa M. Tosques, Memorial Nico Delbuono, Savona Cup 2017 e Trofeo Il Gabbiano”.

“Siamo orgogliosi di allargare la nostra famiglia inserendo nuova linfa, un’iniziativa indispensabile per favorire il riaggiornamento delle nostre proposte, anche se il boom di iscrizioni della leva 2002 che abbiamo registrato in giugno attesta, ce ne fosse ancora bisogno, la bontà del progetto fondante, un format che da tempo è sulla cresta dell’onda e che desta sempre più curiosità. Meglio di così non si poteva immaginare. Adesso non resta che migliorarci, proponendoci di resettare talune modalità gestionali per corrispondere ancor più compiutamente alle esigenze dei ragazzi che con tanto slancio ci seguono e ci seguiranno.Lo faremo non dimenticando di certo le nostre radici e a tal fine vogliamo che venga reso un doveroso tributo a coloro che pionieristicamente hanno creduto nella bontà del concept Cantera sorreggendolo nel tempo: ‘Chi beve l’acqua non deve dimenticare chi ha scavato il pozzo’ e pertanto un grazie sentito ai  padri fondatori che hanno permesso con il loro costante sacrificio a circa quattrocento ragazzi ed altrettanti accompagnatori di trasformare un sogno in una splendida e viva realtà. E come non ci stancheremo mai di dire: ‘Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni'”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.