IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Fabrizio è di tutti”

Stile Savonese" è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia

Più informazioni su

“Stile Savonese” è la rubrica di moda, bellezza e lifestyle di IVG, a cura di Maria Gramaglia. Ogni settimana una passeggiata tra le vetrine dei negozi della nostra provincia, a caccia di novità: un “viaggio” tra le tendenze savonesi a livello di moda, bellezza o arredamento, ma anche tra proposte come gite, corsi o spettacoli a teatro.

Qualche tempo fa, nel corso di una bellissima chiacchierata con Gino Rapa e Dino Vio, “Fieui di caruggi” di Albenga, chiesi se potevo avere qualche anticipazione sull’attesissima manifestazione “Ottobre De Andrè”. Era un po’ presto, non potevano dare informazioni. Mi fu solo anticipato che sarebbe stata un’edizione molto focalizzata sulla musica.

Ieri finalmente la conferenza stampa ha svelato il bellissimo programma, che prevede quattro date, di cui una presso il Museo la civiltà dell’olivo (Frantoio Sommariva) e tre presso il Teatro Ambra, confermando la “soffiata” del mese scorso: il tema centrale sarà la buona musica e si amalgamerà con la fotografia d’autore e con la commedia per un totale di oltre quaranta grandi artisti ospiti che ci regaleranno ricordi ed emozioni intense.

Ottobre De Andrè ha un respiro ed un’eco nazionale e gode del sostegno della Fondazione De Andrè e di Dori Ghezzi, con la quale si è creato un legame molto forte, tanto da essere insignita della cittadinanza ingauna onoraria nel 2015.

Per quattro giorni all’anno ad Albenga si riuniscono artisti provenienti da ogni parte d’Italia per rendere omaggio al “poeta ribelle”.
Tra i tanti ospiti, anche artisti locali: Mario Mesiano si esibirà il 21 ottobre al Teatro Ambra assieme a Giorgio Caprile e Marisa Fagnani, nella serata dal titolo “Ciao …merdacce!”, in cui reciteranno l’incontro tra Fabrizio De Andrè e Paolo Villaggio in uno spazio e in un tempo irreali … o forse no. (Tratto dalla commedia “Nome Fabrizio, cognome De Andrè” di Gino Rapa).
Paolo e Fabrizio: amici quasi fratelli, entrambi ribelli in famiglie “bene”.

Ieri, nel corso della conferenza, ci è stato raccontato un aneddoto davvero simpatico: sembra che Villaggio, quando seppe che Dori Ghezzi aveva ritirato la Fionda di legno data in premio alla memoria di De Andrè nel 2009, chiamò al telefono l’incredulo Gino Rapa al quale disse che anche lui l’avrebbe voluta, per non essere svantaggiato un giorno. Così, nel 2010 anche Villaggio fu insignito di questo premio simbolico così importante per gli albenganesi.

Non mi soffermo sul programma, già ampiamente descritto dagli articoli usciti ieri sui quotidiani, o sugli ospiti, tutti importantissimi e di livello molto alto. Vorrei invece evidenziare l’anima di questa manifestazione, che nasce da un’idea dei Fieui di caruggi di Albenga, il cui rappresentante principale è Antonio Ricci, e di Pepi Morgia, scomparso prematuramente.

È un evento di qualità, dove c’è della creatività, la voglia di divertirsi e far divertire in modo genuino attraverso la musica e la cultura, la voglia di fare bene per fare del bene, infatti l’intero ricavato di Ottobre De André, costituito dalle offerte ricevute, ogni anno viene devoluto alla Comunità di San Benedetto al Porto di Genova. Fu Don Gallo, insignito della Fionda di legno nel 2012, a chiedere di continuare a sostenere la Comunità da lui creata. Lo chiese poco tempo prima di morire e i Fieui di caruggi ogni anno onorano la promessa fatta.

Fabrizio De Andrè e Don Gallo erano grandi amici. Due persone speciali, che ci sono rimaste nel cuore perchè hanno saputo dare voce ai sentimenti più profondi in modo unico e indelebile, dandoci emozioni e speranza.

“Ci incontreremo ancora. Ci incontreremo sempre.
Ci incontreremo in tutto il mondo,
in tutte le chiese, le case, le osterie.
Ovunque ci siano uomini che vogliono verità e giustizia”
(Don Andrea Gallo)

Grazie all’artista Rosi Marsala per l’acquerello dedicato a De Andrè.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.