IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, la minoranza boccia i primi cento giorni di Lambertini

Il consigliere Poggio: "Numeri sterili e interventi spacciati per nuovi ma già finanziati dal governo precedente"

Cairo Montenotte. “Siamo preoccupati, non tanto di quello che è un atteggiamento di un sindaco che smania nell’apparire dando numeri senza sostanza, ma per la mancanza di visione politica che non è accettabile per uno che vuole fare il sindaco di una città importante come Cairo”. Il bilancio dei primi cento giorni di mandato dell’amministrazione Lambertini non passa inosservato e la minoranza interviene.

A parlare è il consigliere Alberto Poggio, ex assessore del comune ora all’opposizione: “Come si fa a dire che l’unica vera nuova industria che appare a Cairo da qualche anno a questa parte è un problema? Noi abbiamo provato sulla nostra pelle di amministratori, io mi ricordo ancora da neo assessore alle attività produttive, cosa abbia significato la crisi occupazionale di Ferrania, con la mancanza di lavoro e la sua ricerca. Davvero non possiamo condividere questo assurdo atteggiamento”.

E prosegue Poggio: “Se comunque si vuole parlare di numeri il “mio” periodo di riferimento è 7 maggio – 17 agosto 2012. Consigli 19, giunta 65, determine 197. Le elezioni furono 6 e 7 maggio. Le determine sono un po’ più basse delle loro ma quello che conta sono le delibere di giunta e consiglio e in particolare il contenuto delle stesse, non solo numeri. Una strana Giunta quella di Lambertini. Una Giunta double face. Il buono è il loro anche se impostato, finanziato e appaltato da precedente Amministrazione (quasi tutte le opere elencate nel bilancio); le situazioni spinose, su cui occorrono azioni concrete, prese di posizione, tutto ciò che non è popolare ma significa amministrare un paese, è solo colpa nostra”.

E conclude: “Ricordiamoci che amministrare è tutt’altra cosa che dare colpe alla precedente amministrazione, che peraltro ha lasciato una situazione rosea anche dal punto di vista contabile con risorse economiche a disposizione, cosa che altri neo sindaci intellettualmente onesti avrebbero invece elogiato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.