IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bollette pazze a Pietra, Ponente Acque: “Semplici conguagli, a disposizione degli utenti per ogni necessità”

La società spiega meglio a cosa siano dovuti i “costi virtuali” che hanno fatto alzare l'ammontare delle bollette

Pietra Ligure. Non si è fatta attendere la precisazione di Ponente Acque relativamente alle “bollette pazze” recapitate in questi giorni agli abitanti di Pietra Ligure e l’importo delle quali è molto al di sopra del consueto a causa di alcuni “costi virtuali” stimati senza la lettura dei contatori degli utenti.

“A seguito del passaggio di consegne del servizio acquedotto dal Comune di Pietra Ligure a Ponente Acque scpa avvenuto nel mese di dicembre scorso – spiegano dalla società – si è deciso di affidare alla medesima società pubblica anche l’incarico di riscuotere l’arretrato pregresso, che poi dovrà essere girato al comune stesso. Appare utile ricordare che la Ponente Acque scpa è una società a totale partecipazione pubblica tramite le due società del territorio Servizi Ambientali spa e Sca srl. Il Comune di Pietra Ligure tramite Servizi Ambientali pertanto è socio di Ponente Acque. Entro la fine del corrente anno è programmata la fusione delle tre società nell’unico soggetto Ponente Acque”.

“Per quanto riguarda la programmazione delle bollette si è fatto in modo di rispettare i parametri previsti dall’Autorità Nazionale che regola i servizi idrico, elettrico e gas. In questa prima fase sono state inviate le bollette per il primo trimestre 2016, onde consentire all’utenza una dilazione dei pagamenti e per mettere a punto il nuovo sistema di bollettazione. Pietra Ligure è stata suddivisa in cinque zone, per il momento è stata inviata la prima zona. Nel seguito è previsto l’invio dei successivi trimestri salvo che vi siano bollette di limitato importo. Nel caso non verranno inviate e recuperate il trimestre successivo o al raggiungimento di una soglia minima così da evitare i costi di spedizione e riscossione per gli utenti. Verranno comunque effettuate differenziazioni tra utenze domestiche (residenziali e non) e commerciali, artigianali e industriali”.

“Il processo di passaggio dal Comune alla nuova gestione è stato particolarmente laborioso per rendere il processo di lettura, bollettazione e riscossione a norma di legge, inserendo tutte le informazioni che i cittadini hanno trovato nella bolletta appena ricevuta. Come si noterà la bolletta è molto simile a quella usata dai gestori dei servizi elettrici e del gas e riporta molti dati, tra cui anche quello relativo alle caratteristiche dell’acqua sulla base dei prelievi e campionamenti che periodicamente vengono effettuati ed a breve saranno anche pubblicati automaticamente sul sito della società”.

“In questa prima emissione – si legge ancora nella nota – per il Comune di Pietra Ligure è stato inserito anche il conguaglio per l’anno 2015 per gli utenti per i quali non era stata effettuata una lettura effettiva per tale annualità o anche per le precedenti. Il conguaglio, pertanto, è stato effettuato sullo storico dei consumi dell’utenza basandoci sui dati pervenuti dalle letture effettive del comune. Le voci che vedono gli utenti ‘consumi virtuali acqua trimestre precedente’ e ‘scarico virtuale fognatura trimestre precedente’ e ‘scarico virtuale depurazione trimestre precedente’ sono proprio quelle che riguardano il conguaglio per i periodi precedenti per allineare letture e consumi alla successiva lettura effettiva effettuata dal personale di Ponente Acque”.

“Nella stessa bolletta sono inserite le relative spiegazioni ed è indicato che è possibile rivolgersi agli sportelli presenti sul territorio per avere i necessari chiarimenti e se del caso operare le correzioni necessarie. È possibile anche chiamare il numero verde o usare il canale della posta elettronica per avere maggiori informazioni senza doversi recare agli sportelli per gli utenti siti a pietra ligure, nei locali messi a disposizione dal comune ed a borghetto santo spirito presso la sede della società”.

“Trattandosi della prima bollettazione a seguito del passaggio del servizio è possibile che vi sia la necessità di effettuare verifiche ed approfondimenti e quindi invitiamo gli utenti che hanno dei dubbi o bisogno di spiegazioni ad usare gli strumenti sopraindicati per contattare la società”, concludono da Ponente Acque.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.