IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Appalto rifiuti a Carcare, Pd all’attacco dell’amministrazione comunale

Il segretario cittadino del Partito Democratico Mirri: "I cittadini dovrebbero essere informati ed istruiti sulle nuove modalità di raccolta ma tutto tace"

Carcare. “I cittadini sono portati a valutare l’efficienza e l’affidabilità dell’amministrazione comunale in relazione alla qualità dei servizi offerti e da essi pagati. Non bastano quindi annunci e proclami fatti quasi quotidianamente dal vicesindaco De Vecchi per rendere soddisfatti i cittadini-contribuenti tartassati”. Inizia così l’attacco del segretario del Circolo PD di Carcare-Bormida-Pallare-Plodio Rodolfo Mirri nei confronti della giunta carcarese.

“Fra i molti esempi che potremmo fare cogliamo quello più recente e di grande impatto per le tasche dei cittadini e per l’immagine della nostra città, bella ma sporca e disordinata non soltanto a causa dell’inciviltà di alcuni. L’imposta TARSU: è aumentata nel triennio 2015/2017 del 45%; il servizio da sempre risulta carente e inadeguato con strade e piazze sporche, cassonetti sporchi e insufficienti; pulizia e lavaggio strade e cassonetti sono ormai un lontano ricordo, che si sommano al brutto spettacolo dei marciapiedi dissestati e dei parchi gioco per bambini inadeguati. Per ovviare al disservizio Vicesindaco e Giunta hanno assegnato un nuovo appalto, ma con la lungimiranza degli inadeguati sono partiti ancora una volta col piede sbagliato, al di là delle dichiarazione elettoralistiche e di autocompiacimento rilasciate ai giornali che vedono sempre protagonista il vicesindaco De Vecchi” attacca Mirri.

“Il nuovo appalto assegnato alla ditta Proteo Soc. Coop di Mondovì con durata di 42 mesi, dal 1° luglio 2017 al 31/12/2020 (prevede prestazioni strabilianti a condizioni sconosciute) ha già subito una prima interruzione con la proroga della gestione all’uscente Aimeri dal 1° luglio al 31 agosto. La nuova ditta è di fatto subentrata il 1° settembre e nessuno se n’è accorto, mentre la nuova ‘raccolta spinta porta/porta’, si vocifera, dovrebbe partire dal 1° ottobre. Siamo già a metà settembre e per quella data i cittadini dovrebbero essere informati ed istruiti sulle nuove modalità di raccolta ma tutto tace e dal ‘palazzo’ nessuna informazione è venuta. Frattanto il personale addetto alla raccolta, ad oggi, non dispone di adeguati locali per il cambio degli abiti e per una doccia dopo il duro lavoro quotidiano (attualmente utilizzano la casetta dell’area camper), mentre l’azienda è costretta a parcheggiare precariamente i mezzi nell’area camper di Vispa non disponendo di adeguate strutture in cui realizzare l’indispensabile punto di riferimento operativo per il rispetto del personale ed il buon andamento del servizio. E se il buongiorno si vede dal mattino, allora buonanotte” prosegue il segretario cittadino del Pd.

“Intanto sono arrivati i primi freschi e presto giungeranno i primi freddi mentre i nostri amministratori studiano le soluzioni che avrebbero dovuto trovare prima di questa eterna emergenza. E come da questo ‘disservizio’, Carcare è soffocata dall’inefficienza di un’Amministrazione Comunale che ogni giorno si dimostra inadeguata e che sa soltanto concedere licenze edilizie per nuovi centri commerciali di dubbia utilità” conclude Mirri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.