IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, presentato ai genitori il piano di ricollocazione degli studenti del plesso di via Cavour

Tutto è pronto per l'avvio dell'anno scolastico ad Andora

Andora. Tutto è pronto per l’avvio dell’anno scolastico ad Andora. L’individuazione dell’amianto nei pavimenti del plesso di via Cavour, già dichiarato inagibile perché a rischio crollo, e le successive operazioni di rimozione del materiale tossico, hanno fatto slittare di un mese il cronoprogramma dei lavori. L’amministrazione ha, così, individuato un’adeguata sede alternativa per le scuole secondarie di primo grado e ridisegnato la collocazione delle classi della scuole primarie e dell’infanzia.

E’ il risultato di un lavoro congiunto che ha coinvolto l’smministrazione, i responsabili della sicurezza delle scuole, i tecnici comunali, la dirigenza scolastica e i docenti che è stato presentato ieri sera dal sindaco Mauro Demichelis, in un’ affollata riunione con i genitori che si è svolta al Parco delle Farfalle. All’incontro erano presenti anche il dirigente scolastico Maria Teresa Nasi, il consigliere delegato all’istruzione Daniele Martino, il consigliere Marco Giordano, l’assessore alle politiche sociali Patrizia Lanfredi, il presidente del consiglio comunale Manuela Marchiano e i docenti delle scuole.

Il primo cittadino ha fatto il punto sullo stato dei lavori del plesso di via Cavour e presentato il piano realizzato per superare l’emergenza scuola: “Il ritrovamento dell’amianto nei pavimenti delle scuole, ha ridefinito le nostre priorità – ha spiegato il sindaco Mauro Demichelis – L’obiettivo è ridare ad Andora una scuola sicura e sana, tutelare la salute degli studenti, dei docenti, degli operatori scolastici e di chi abita nei dintorni del plesso. Il crono programma dei lavori è slittato di un mese, ma da tempo avevamo studiato soluzioni alternative per arrecare meno disagio possibile alle famiglie, attraverso una ricollocazione che ci permette di assicurare agli studenti tutti i servizi senza alcun ritardo. Già organizzati la mensa, il trasporto scolastico, i tempi pieni e rientri pomeridiani”.

L’anno scolastico di Andora, avrà un doppio avvio. Le scuole dell’infanzia e le primarie inizieranno regolarmente il 14 settembre, mentre i ragazzi delle secondarie di primo grado torneranno fra i banchi scuola il 18 settembre, nell’edificio di vico Sant’Andrea, di proprietà della Fondazione Sacra Famiglia. Nei locali, ora occupati dagli ospiti dei soggiorni estivi, il trasloco degli arredi scolastici inizierà il 14 settembre.

“Siamo molto grati alla Fondazione Sacra Famiglia per la sensibilità dimostrata, mettendoci a disposizione l’edificio che, dopo aver vagliato altre possibilità sul territorio, è stato ritenuto il più idoneo dai tecnici e dai responsabili della sicurezza della scuola e del comune – ha spiegato il primo cittadino di Andora – Gli spazi hanno, in passato, ospitato una scuola. I locali sono luminosi, le stanze sono grandi mediamente 35 mq e adatte ad ospitare le nove classi. Ci sono le porte tagliafuoco, un ascensore e uno spazio utilizzabile come refettorio, con attigua con una piccola cucina. Stiamo predisponendo anche il wi-fi per il registro elettronico e, se sarà necessario, potremo installare anche le Lim”.

La ricollocazione degli alunni della scuola Primaria è stata organizzata,invece, in modo da mettere insieme le classi che fanno il tempo pieno. Nell’edificio scolastico di Molino Nuovo che dispone di ampi spazi, palestra e refettorio, saranno ospitate le 5 classi della scuola primaria “Cappa”, le 5 classi della primaria “Novaro” di Via Cavour, Sezione A, tempo pieno. I locali di Molino Nuovo sono ampi, ma per avere maggiore spazio a disposizione, saranno utilizzati, con adeguate modifiche strutturali, anche i locali del centro sociale che sarà spostato in un’altra sede vicina.

“La scuola Materna di Molino Nuovo è stata temporaneamente spostata nel grande plesso della scuola dell’infanzia “A. Bianco” di via Piana del Merula – ha spiegato la dirigente scolastica Maria Teresa Nasi che ha ringraziato gli uffici e i tecnici comunali per l’inteso lavoro svolto – Qui saranno ospitate le cinque classi della sezione B del modulo Primaria A.S. Novaro che fanno solo due rientri settimanali. Si è preferito privilegiare la coabitazione con la primaria del modulo, proprio per tutelare il riposo pomeridiano dei bimbi più  piccoli. Gli alunni delle scuole medie e quelli della primaria Novaro, potranno fare ginnastica nel palazzetto dello Sport, mentre a Molino Nuovo sarà utilizzata la palestra del plesso”.

Partenza regolare anche per i servizi di mensa e trasporto scolastico curati dal Comune: “La mensa delle primarie sarà attiva del 18 settembre, quella della scuola dell’infanzia partirà il 25 settembre, mentre quella delle secondarie di primo grado sarà attiva dal 2 ottobre – ha comunicato il dirigente scolastico Maria Teresa Nasi – Chi, fra i genitori degli alunni del plesso di via Cavour,  avesse problemi a portare il proprio figlio da Molino Nuovo ad Andora o viceversa, perché privo di automobile e per problemi particolari, può contattare i servizi sociali del Comune. Gli uffici comunali  chiederanno che le fermate dei pullman di linea che arrivano dall’entroterra tengano conto dello spostamento della scuola in vico Sant’Andrea”.

Il sindaco Mauro Demichelis, si è espresso anche in merito al termine dei lavori nell’edificio di via Cavour: “L’ingegner Brovelli, che mi invia ogni settimana una relazione scritta sullo stato dei lavori, mi ha comunicato che la ditta dovrebbe terminare i lavori entro il 18 novembre, data programmata dopo la scoperta dell’amianto – h comunicato il primo cittadino di Andora – Mi ha confermato, inoltre, che la bonifica è stata completata. Importante è stata la preziosa collaborazione  dell’Asl che ha seguito il delicato cantiere. I locali del secondo piano, gli ultimi ad essere  trattati, sono stati riconsegnati giovedì scorso. Le opere di rafforzamento stanno ora proseguendo al piano primo, mentre al piano secondo sono in corso di svolgimento le attività di preparazione e idrosabbiatura dei pilastri che permettono la posa delle fasciature per il rinforzo. Si stanno realizzando i tagli nei solai per consentire quella che tecnicamente si chiama cucitura tra i pilastri di diversi livelli che permetterà di realizzare dei nodi ‘trave pilastro’ sempre finalizzati alla normalizzazione statica dell’edificio”.

Quanto al rientro dei ragazzi nel plesso di via Cavour, il sindaco Mauro Demichelis ha dichiarato: “Se i locali della Sacra Famiglia risultassero adatti ad ospitare la didattica per un lungo periodo, si potrebbe anche pensare di lasciare i ragazzi lì per qualche settimana in più ed evitare che tornino nella sede di via Cavour subendo i disagi dei rumorosi lavori del secondo lotto di ristrutturazione per la riqualificazione statica e la bonifica dell’altra parte dell’edificio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.