IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Loano ritorna la caccia alle streghe con la “Festa delle Basüe”

Domenica 13 agosto oltre quattrocento figuranti daranno vita ad una notte ricca di magia e misteri

Loano. Caccia alle streghe, a Loano, nella notte che ricorda le persecuzioni che per alcuni secoli hanno attraversato l’Europa e colpito donne sospettate di compiere atti di magia quali sortilegi, malefici, fatture, legamenti.

Domenica 13 agosto, si rinnova l’appuntamento con la Festa delle Basüe, promossa dall’assessorato a turismo e alla cultura del Comune di Loano e organizza dall’Associazione Centro Culturale Polivalente Loano in collaborazione con l’Ascom Loano.

Oltre quattrocento figuranti daranno vita ad una notte ricca di magia e misteri. Protagonisti saranno i turisti e i residenti di ogni età, che avranno l’opportunità di indossare costumi e acconciature per trasformarsi in streghe, maghi e diavoletti e di sfilare nel corteo.

La festa prenderà il via alle 21 in piazza Italia. Abili giocolieri si sfideranno in giochi di fuoco ricreando l’atmosfera di quel tempo accompagnati dalle sonorità medievali suonate dal vivo dalla Compagnia del Coniglio. La musica guiderà anche il “sabba delle streghe”, interpretato con originali coreografie dalle ballerine della Scuola Civica Attimo Danza di Lorella Brondo.
Il rullare dei tamburi annuncerà il processo e la condanna per stregoneria. La strega, incatenata e posta nella gabbia, sarà condotta al rogo dall’austero Torquemada con il seguito di armigeri, inquisitori, nobili e popolani. Il corteo, che attraverserà le vie del centro sarà arricchito dalla presenza di un fantasioso carosello di personaggi sui trampoli e da gruppi di streghe che danzeranno a ritmi incalzanti.

Ad aprire la sfilata saranno il Sole e la Luna con scintillanti abiti e la Grande Strega del vento. Dietro di loro il Bene e il Male, sacerdotesse, satelliti e stelle. Poi toccherà a tamburini, chiarine e sbandieratori della città di Ventimiglia, seguiti dal Gruppo Storico di Savona e da creature magiche del bosco.

Gli abiti, che ogni anno nascono dalla fantasia di Giovina Mannelli, ideatrice della festa, possiedono una qualità sartoriale unica per la caratteristica lavorazione a mano, per la ricercatezza delle finiture realizzate da alcune volontarie. Dietro ogni abito c’è una ricerca sui materiali per renderli originali e preziosi. Giovina Mannelli guiderà la regia della manifestazione, giunta quest’anno alla ventitreesima edizione.

Loano Festa Basure

“La prima Festa delle Basüe – spiega Giovina Mannelli – si è svolta in coincidenza con la Festa delle Donne. Visto il successo abbiamo deciso di spostarla d’estate e di anno in anno l’iniziativa è cresciuta fino a raggiungere le oltre quattrocento adesioni degli ultimi anni. Dal 1991 ad oggi questo evento si è interrotto solo per alcune edizioni, ma le richieste sono state tante e quindi abbiamo deciso di riprendere la manifestazione. Tra le tante persone che hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa voglio ricordare Loredana Icardo e quest’anno Flavia Bronda e Carlo Pavia. La festa fa riferimento ad alcune testimonianze storiche che riferiscono di sabba svoltisi sul territorio loanese, come testimonia anche la Grotta della Basura a Toirano”.

Il corteo percorrerà il centro storico, il lungomare, e raggiungerà la spiaggia sotto il molo Francheville dove la strega sarà bruciata. Contemporaneamente nel cielo si alzeranno le luci e gli scoppiettii dello spettacolo pirotecnico. Creazioni originali con forme a fontana, a sfera e ad effetto pioggia si incroceranno nel cielo formando un magico gioco di luci colorate, una scoppiettante scenografia che creerà un’atmosfera avvolgente. Luce, forma, colore e ritmo comporranno uno spettacolo originale e unico.

Prima e dopo la sfilata sul lungomare ci sarà una postazione musicale in Orto Maccagli dove si potrà ballare con il dj-set. “Degustazioni diaboliche” si potranno assaporare in tutto il centro e in Orto Maccagli sarà allestita una postazione “trucca bimbi” per dipingere a tema i visi dei più piccoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.