IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festa scudetto alla Zanelli: gli Under 15 della Rari Nantes Savona sono i più forti d’Italia fotogallery

Claudio Mistrangelo: "La gioia è sempre grande". Il presidente Maricone: "Una squadra fantastica, avanti così"

Savona. Il futuro della pallanuoto italiana sarà ancora a tinte biancorosse, scuola Rari Nantes Savona. Diciassette anni dopo la società savonese è tornata a vincere lo scudetto Under 15, quello della categoria Ragazzi, che si aggiudicò nel 1994, nel 1999 e, per l’ultima volta, nel 2000. Il titolo tricolore dei giovani che, tra quattro o cinque anni, se sapranno dare continuità al loro lavoro, saranno protagonisti in Serie A1.

rari nantes under15

La Rari Nantes Savona non ha avuto rivali nella categoria. Dopo una prima fase dominata ed un girone di semifinale nel quale i biancorossi hanno travolto le cinque rivali incontrate, anche le finali hanno messo in mostra una evidente superiorità della formazione guidata da Claudio Mistrangelo. I savonesi hanno vinto cinque partite su sei, fermati sul pareggio solamente dal Posillipo in un incontro che non aveva più valore per la qualificazione e nel quale hanno risparmiato energie.

Nella tarda mattinata odierna la Carisa Savona si è assicurata lo scudetto di categoria battendo 9 a 5 il Nuoto Catania nella finalissima. Un trionfo ancor più bello perché maturato tra le mura amiche: sia il girone di semifinale che la final eight sono andate in scena alla Zanelli in corso Colombo.

I campioni d’Italia, nati tutti nel 2002 e nel 2003, sono Nicolò Da Rold, Sebastiano Natali, Gabriele Magliano, Nicolò Savarese, Giorgio Boggiano, Andrea Patchaliev, Alessio Caldieri, Luca Zunino, Bertino, Pietro Ricci, Riccardo Merkaj, Paolo Giovanetti, Francesco Damonte, Giovanni Maricone, Fabio Recagno.

Claudio Mistrangelo, con la sua grandissima esperienza, ha condotto la squadra al successo: “Ho allenato dalla Serie B tutte le categorie dei grandi, ho allenato tutte le categorie giovanili. Ho vinto in tutte le categorie e ho gioito allo stesso modo in tutte le categorie. Penso che per il futuro la Rari abbia delle buone premesse. Poi deciderà la società, decideranno i ragazzi, ma penso ci siano delle buone premesse sia in questo gruppo che negli altri che stanno crescendo“. E anche oggi, per lui, l’immancabile tuffo in acqua per festeggiare lo scudetto. Per Mistrangelo era l’ultima da allenatore: si concentrerà sul ruolo di direttore tecnico.

Alla giornata del trionfo dei ragazzi non poteva mancare il presidente Maurizio Maricone. “L’emozione è grandissima – dichiara – anche perché questa è una squadra fantastica che negli anni ha dato tantissime soddisfazioni. Grandi complimenti a tutti i ragazzi, grandissimi complimenti con un affetto enorme di stima all’allenatore Claudio Mistrangelo. Complimenti anche a tutta la società perché ogni volta questi ragazzini ci sorprendono. Quest’anno abbiamo vinto un sacco di titolo con il nuoto sincronizzato; con i ragazzini abbiamo vinto l’Under 13 regionale ed ora abbiamo vinto questo titolo nazionale che testimonia gli investimenti che facciamo sempre sui ragazzi, che sono la nostra cosa fondamentale“.

La Rari Nantes, seguendo una politica oculata, da anni anziché investire in giocatori già affermati per potenziare la prima squadra, punta a costruire in casa i futuri campioni. E chissà che il gruppo che oggi ha festeggiato lo scudetto Under 15, un giorno non possa gioire per lo scudetto dei grandi. “Stiamo lavorando per questo – dice Maricone -. Credo che la pallanuoto in Italia vada ricostruita sui giovani italiani. Credo ci possano essere tutte le possibilità di poterlo fare“.

Alla premiazione finale erano presenti, tra gli altri, in rappresentanza della Federnuoto, i consiglieri Giuseppe Gervasio e Gianfranco De Ferrari, il presidente della Fin Liguria Silvio Todiere ed il ct delle nazionali giovanili Massimo Tafuro.

Il tabellino della finale per il 1°/2° posto:
Nuoto Catania – Carisa Rari Nantes Savona 5-9
(Parziali: 0-1, 2-3, 1-1, 2-4)
Nuoto Catania: Castorina, Borella, Maggiulli, Torrisi, Scollo 1, Barbagallo, Terminella 1, M. Garozzo 1, G. Garozzo, Forzese 1, Condemi 1, Abramo, Rossi, Ursino, Basile. All. Zoltan Fazekas.
Carisa Rari Nantes Savona: Da Rold, Natali, Magliano, Savarese, Boggiano 1, Patchaliev 3, Caldieri 1, Zunino, Bertino 2, Ricci 1, R. Merkaj 1, Giovanetti, Damonte, Maricone, Recagno. All. Claudio Mistrangelo.
Arbitri: Francesco Romolini (Firenze) e Alessio Nicolai (Cerveteri). Giudice arbitro: Carlo Salino (Albisola Superiore).
Note. Superiorità numeriche: Catania 3 su 8, Savona 3 su 5 più 3 rigori di cui 2 realizzati. Usciti per limite di falli: nessuno. A 2’22” dalla fine del terzo tempo ammonito per proteste Fazekas. A 3’31” dalla fine del quarto tempo espulso per proteste l’accompagnatore del Catania.

I risultati delle altre finali:
3°/4° posto Telimar Palermo – Zero9 Roma 8-5
5°/6° posto CN Posillipo – TGroup Arechi 6-4
7°/8° posto Campolongo Rari Nantes Salerno – Bogliasco Bene 10-8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.